menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba  un cavetto usb e spinge l'addetto alla vigilanza, in carcere un 25enne

Il giovane è stato bloccato da due dipendenti del supermercato dove è avvenuto il tentato furto. Dopo due giorni al San Pio X, è stato liberato dal giudice che ha convalidato l'arresto

Nel pomeriggio di sabato i carabinieri  hanno arrestato un giovane A. E. Y. 25enne, originario del Marocco, residente a Pieve del Grappa (TV), per tentata rapina impropria, avvenuta all’interno dell’ipermercato “Interspar” presente nel centro commerciale “Grifone” di Bassano del Grappa.

Attorno alle ore 13.30, il giovane, dopo aver prelevato un cavetto USB, si è nascosto fra i corridoi del supermercato e, dopo aver strappato la relativa confezione a cui era applicato il sistema antitaccheggio, l’ha gettata sotto agli scaffali e così si è diretto verso l’uscita nascondendo nella tasca dei pantaloni il solo cavetto sottratto.

A questo punto l’addetto alla vigilanza, che aveva notato i movimenti sospetti del ragazzo, lo ha raggiunto invitandolo a fermarsi e attendere l’arrivo dei carabinieri per un controllo. Il giovane, anziché rispettare l’invito legittimo rivolto dall’addetto all’antitaccheggio, ha iniziato a spintonarlo, tentando più volte di darsi alla fuga. La scena è stata notata da un altro dipendente del centro commerciale e grazie al suo contributo è stato possibile tenere fermo l’esagitato giovane.

Nel giro di pochi minuti sono arrivati i militari. Il cavetto asportato è stato così recuperato e restituito al direttore del supermercato e il giovane arrestato e condotto presso gli uffici della compagnia dei carbinieri di Bassano del Grappa. 

Su disposizione del pubblico ministero dott.ssa Serena Chimichi, l’arrestato è stato portato presso il carcere di Vicenza al termine delle formalità di rito, in attesa dell’udienza dibattimentale di convalida fissata innanzi al tribunale di Vicenza. Lunedì mattina il giudice, dott.ssa Amedoro ha convalidato l’arresto e rimesso in libertà il detenuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Comincia l'invasione delle formiche: i rimedi naturali

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento