menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Squadra mobile di Vicenza

Squadra mobile di Vicenza

Rosà, condannato per 48 furti mentre lavora per i profughi

Un sinti di Rosà è stato arrestato dalla squadra mobile di Vicenza per aver compiuto 48 furti nel 2003 con la pesante condanna di 4 anni e 10 mesi di reclusione oltre a 1800 euro di multa

Nei giorni scorsi gli agenti della squadra mobile di Vicenza hanno arrestato un sinti, D. M. G., nativo di Cittadella nel padovano e residente in una roulotte a Rosà. L'uomo è stato condannato a 4 anni e 10 mesi di reclusione con 1800 euro di multa per ben 48 furti, messi a segno tra l'ottobre e il dicembre 2003 in varie province venete. Da qualche mese il nomade lavorava nella cooperativa di rifugiati a Bassano del Grappa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Spv, «il decollo mancato» di una ruspa e il sarcasmo del web

social

Frittelle veneziane: scopri la storia e la ricetta originale

Attualità

Coronavirus, il Veneto resta zona arancione

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Coronavirus, il Veneto resta zona arancione

  • Attualità

    Arpav, bufera sul commissario straordinario

  • Attualità

    Coronavirus, numeri ancora in calo ma ancora troppi decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento