menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La refurtiva

La refurtiva

Furto in appartamento, refurtiva ritrovata a Roma due anni dopo: denunciato

La vittima ha riconosciuto l’hard disk e tre chiavette Usb che gli erano stati sottratti nel febbraio 2018. Nei guai un 42enne macedone

Il 9 gennaio scorso, durante un controllo in zona Centocelle, è stato sorpreso dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Celio, diretto da Maria Sironi, con alcuni oggetti di dubbia provenienza nascosti all’interno dell’auto.

Quando l’uomo, un macedone di 42 anni, ha aperto il cofano della macchina, i poliziotti hanno riscontrato la presenza di due orologi di note marche con tanto di numero seriale impresso ed un mazzo di chiavi, di cui non ha saputo dare contezza.

Gli investigatori, sospettando che quelle chiavi potessero aprire un deposito del ricettatore, hanno avviato un'attività di indagine mirata fino ad individuare l’appartamento dove l’uomo nascondeva numerosa merce di provenienza furtiva tra cui 6 profumi costosi, un amplificatore, 4 orologi di marca, un Hard Disk, un I-Pad, una fotocamera, un monocolo, 7 chiavette USB e 28 memory card.

Una di queste è risultata rubata durante un furto in un appartamento avvenuto il 12 febbraio 2018 a Vicenza la cui vittima ha riconosciuto anche come proprio l’hard disk e 3 chiavette USB. Rintracciate anche altre 2 vittime di furto che hanno riconosciuto parte della refurtiva sequestrata.

Il 42enne è stato denunciato per ricettazione. Proseguono le indagini per risalire agli altri proprietari degli oggetti rinvenuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La montagna frana: addio alla guglia Corno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento