Cronaca Noventa Vicentina

Uccisa a colpi d'arma da fuoco: si cerca il marito

La tragedia si è consumata alle prime luci dell'alba di venerdì. Dopo l'omicidio si è dato alla fuga in auto. I carabinieri stanno battendo la zona e presidiando l'abitazione dell'uomo

Freddata da quattro colpi d'arma da fuoco, alle 7 di venerdì, nel parcheggio della ditta Meneghello Funghi, in via Fioccarde, a Noventa Vicentina, dove lavorava. È morta così, Rita Amenze Honest, 31enne nigeriana, residente a Quargente di Villaga, a pochi chilometri dal luogo dell'omicidio.

Rita Amenze Honest-2

I carabinieri, con l'ausilio della polizia, stanno battendo la zona per fermare l'autore del delitto. I militari con giubbotti antiproiettile, hanno circondato la casa del marito della donna poichè ritengono che dopo la fuga si sia rifugiato qui, o possa trovarsi in zona. L'uomo è quasi certamente armato.

Secondo una prima ricostruzione, il presunto assassino è il marito della vittima, Pierangelo Pellizzari, 61enne. L'uomo ha atteso l'arrivo della donna nel parcheggio tendendole un agguato. L'avrebbe uccisa davanti alle colleghe e poi si è dato alla fuga con la sua auto, una Jeep Cherokee grigia.

pierangelo pellizzari-2

Il segretario Flai Cgil

"Era una nostra iscritta, una nostra compagna - dichiara in una nota Giovanni Mininni, segretario generale Flai Cgil nazionale - stava recandosi in azienda per iniziare il turno di lavoro. Siamo di fronte a una scia di sangue che non si arresta, negli ultimi quattro giorni altre due donne sono state uccise, non sono meri fatti di cronaca nera, sono episodi frutto di una visione maschilista incentrata sull’assurda concezione che la donna sia di proprietà del maschio, marito o compagno che sia, sul possesso, sulla sopraffazione, sull’esercizio di un potere fatto di abuso e violenza”.

Anche nella rete è partita una vera e propria caccia all'uomo per fermare l'autore dell'omicidio.

Il sindaco

Anche il sindaco di Noventa Vicentina Mattia Veronese è intervenuto sull'accaduto. "Un gesto sconvolgente e plateale, davanti ad altre persone, verso una donna indifesa - ha dichiarato il primo cittadino - Purtroppo non è la prima volta che la nostra comunità è teatro di episodi efferati. Solo poco più di due anni fa fummo sconvolti da un tentativo di rapina finito male, nel quale venne uccisa un'altra donna. Diversi anni fa altre due donne furono uccise dal proprio compagno, legato a loro da un amore malato. La violenza sulle donne non è mai e poi mai ammessa e non è mai accettabile, tanto più nella sua forma estrema come accaduto oggi. Mi auguro che le forze dell'ordine, impegnate assiduamente in queste ore, assicurino alla giustizia il vigliacco assassino, solo così lo voglio definire, che ha ucciso Rita e spero che episodi del genere non accadano mai più".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa a colpi d'arma da fuoco: si cerca il marito

VicenzaToday è in caricamento