Cronaca

Due milioni di rimborsi alluvione da restituire: il Comune chiede più tempo

Alluvione 2010, l'assessore Dalla Pozza ha chiesto alla Regione più tempo per la restituzione dei contributi non dovuti. Coinvolte 513 persone e 155 aziende. La Regione ha chiesto la restituzione entro il 31 dicembre

Dilazione dei termini di pagamento al 31 dicembre senza interessi, possibilità di rateizzare in 12 o 24 mesi con adeguata garanzia, esenzione dalla restituzione dei contributi non dovuti fino a 100 euro. 2 MILIONI DI EURO DA RESTITUIRE

Queste le richieste avanzate oggi alla Regione Veneto dall'assessore alla progettazione e sostenibilità urbana Antonio Dalla Pozza nel corso di un vertice tenutosi a Venezia sulla vicenda dei rimborsi dei contributi non dovuti per l'alluvione 2010. All'incontro, convocato dal dirigente regionale Alessandro De Sabbata, soggetto responsabile delle procedure da quando è terminata la gestione commissariale, erano presenti molti altri amministratori e tecnici dei Comuni veneti alluvionati che hanno condiviso le richieste di Vicenza o presentato specifiche problematiche del proprio territorio.

“La dirigenza regionale - ha dichiarato al termine dell'incontro l'assessore Dalla Pozza - si è dimostrata possibilista rispetto all'ipotesi di valutare positivamente le richieste in una situazione che potrebbe risultare molto pesante per numerosi cittadini e imprese. Oggi stesso ho formalizzato in una nota scritta le proposte. Prima di procedere all'invio delle richieste di restituzione delle somme non dovute attendiamo la decisione regionale che auspico rapida”. Se fosse accettata l'esenzione per importi inferiori ai 100 euro, ciò riguarderebbe 42 privati su 513 e 6 ditte su 155.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due milioni di rimborsi alluvione da restituire: il Comune chiede più tempo
VicenzaToday è in caricamento