Scacco all’abbandono rifiuti in via Canove: il Comune "piazza" una recinzione

Intervento doveroso spiega il sindaco Bevilacqua: “Non possiamo più tollerare che l’inciviltà di qualcuno metta a rischio la salute dei cittadini e il decoro dei nostri territori"

L’Amministrazione comunale di Arzignano, stanca di assistere al continuo abbandono di rifiuti nei pressi del ponte di via Canove a Costo di Arzignano, ha installato una recinzione lunga venti metri e alta due metri e mezzo. 

“La rete - spiega l’assessore al decoro urbano Giovanni Lovato - serve a delimitare la scarpata e impedire che vengano fatti cadere rifiuti di ogni genere. Negli anni sono stati scaricati rifiuti urbani, terre, rocce, materiale da demolizione, ramaglie e anche rifiuti industriali tanto da costringerci in qualche caso a intervenire con l’autogrù dei vigili del fuoco e ditte specializzate per recuperare anche grossi fusti e bonificare l’area. Ultimamente, con la collaborazione dei giovani del gruppo NOI G dell’Associazione Noi, abbiamo provveduto a ripulire  ripetutamente l’area, almeno una volta all’anno, ed ora contiamo di farlo un’ultima volta dopo aver installato recinzioni, segnaletica antiabbandono e fototrappole”. 

Il sindaco Alessia Bevilacqua dichiara: “Non possiamo più tollerare che l’inciviltà di qualcuno metta a rischio la salute dei cittadini e il decoro dei nostri territori. In via Canove si accede alle belle campagne di Costo e di Tezze, si incontrano i pozzi più importanti da cui si attinge l’acqua potabile dell’acquedotto, si arriva al sito archeologico del ponte romano di Tezze. 

Per contrastare i reati ambientali abbiamo messo in campo non solo una nuova recinzione, ma anche apposita segnaletica, una sanzione di 500 euro per l’abbandono dei rifiuti, la sorveglianza di un agente specificamente dedicato della polizia locale, l’installazione della videosorveglianza tramite fototrappole e le attività di coordinamento e gestione dell’Ufficio Ambiente del Comune. 

Impedire con ogni mezzo l’abbandono dei rifiuti aiuta a rendere il nostro territorio sempre più sano e decoroso facendo crescere il senso civico e il sano orgoglio di essere cittadini di una bella città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio ditta stoccaggio rifiuti speciali: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagi in Veneto: 1272 casi nel Vicentino

  • Emergenza Covid: spostamenti ingiustificati, fioccano le multe in città

  • Coronavirus, la mappa dei contagi nel Vicentino

  • Coronavirus in Veneto: oltre 2000 ricoverati altri 9 morti nel Vicentino

  • Coronavirus, da lunedì i cittadini possono richiedere i buoni spesa: ecco come fare

Torna su
VicenzaToday è in caricamento