Fungaiolo scomparso sull'Altopiano, è polemica sulle ricerche: "avvisati tardi"

Il sindacato autonomo Conapo dei Vigili del fuoco dichiara: "perse preziose ore di luce per le ricerche"

Le ricerche

Sono ancora senza esito le ricerche di Lorenzo Lavezzo, 58 anni, di Arzignano non rientrato domenica dai boschi di Campolongo dove era in cerca di funghi con il fratello. 

Le ricerche lunedì si sono concentrate tra Campolongo, Malga Fratte e Malga Trugole dove le squadre hanno ripassato le zone perlustrate nella notte più vicine al punto dove è stato visto l'ultima volta, allargando un po' l'area. Le squadre speleo hanno verificato anche la grotta del Sieson e un'altra dove si era diretto uno dei cani. Anche l'elicottero di Treviso emergenza, con a bordo un soccorritore che conosce molto bene questa parte del territorio, e quello dei Vigili del fuoco hanno sorvolato l'area caratterizzata però da fitta vegetazione. Oggi hanno preso parte alla ricerca ricerca una sessantina di persone del Soccorso alpino di Asiago, Arsiero, Padova, Recoaro - Valdagno, Schio, Vicenza speleo, Verona speleo, Vigili del fuoco, Carabinieri forestali, Polizia locale, Vigilanza boschiva di Rotzo, 6 unità cinofile. 

Martedì mattina la ricerca è ripresa alle 7 ampliando il raggio di indagine ad altre porzioni di bosco. Lorenzo, che è alto un metro e 76, pesa un'ottantina di chili e ha capelli corti scuri, ieri mattina indossava jeans e gilet, calzava scarponi e aveva con sé un cesto.

Sull'avvio delle ricerche il sindacato autonomo dei Vigili del fuoco Conapo, tramite il segretario provinciale Moreno Bevilacqua ha voluto fare alcune precisazioni. "Per questa tipologia di interventi - spiega il segretario Bevilacqua - già da anni il prefetto di Vicenza ha stilato un protocollo firmato e accettato da tutte le forze dell'ordine, i Vigili del fuoco e il Suem locale. Con tale accordo vengono stabilite le procedure da attuare nel caso in cui una persona sia irrintracciabile e ritenuta in pericolo di vita. Per legge la gestione dell'intervento è affidata ai Vigili del fuoco che devono gestire e coordinare le squadre di soccorso. Sia che esse siano dipendenti dello Stato, sia che siano dei volontari (protezione civile, soccorso alpino ecc..).Tutto questo viene sistematicamente disatteso e i Vigili del fuoco vengono quasi sempre allertati con molte ore di ritardo".

"Succede anche oggi che un cercatore di funghi si sia perso, o peggio, sia disperso e bisognoso di soccorsi, sull'altopiano di Asiago - prosegue -  I soccorsi sono stati allertati alle 16.30 da quanto riportato dai giornali, ma i Vigili del fuoco sono stati allertati poco prima delle 20, perdendo così preziose ore di luce per le ricerche. Noi Vigili del fuoco non vogliamo dimostrare di essere più bravi degli altri ma la nostra priorità è salvare le vite umane".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Pretendiamo che tutte le forze disponibili vengano messe in campo il più tempestivamente possibile per agevolare i soccorsi - conclude Bevilacqua - Questo protocollo invece, viene il più delle volte disatteso. Viene il dubbio che avendo già segnalato più volte in passato sia ai nostri dirigenti che al prefetto, ci siano delle carenze organizzative nelle amministrazioni che dovrebbero collaborare. Speriamo inoltre che questo tipo di comportamento non sia voluto da qualcuno per motivi che non riusciremo a capire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus casa 110%: tutte le informazioni per ristrutturare a costo zero

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Bonus Bici e Monopattini 500 euro: tutte le informazioni

  • Esce di strada e fa un volo di 50 metri: gravissimo ciclista 

  • Assalto in villa, banda tiene sotto scacco un'intera famiglia: bottino da migliaia di euro

  • Prostituzione al centro massaggi: denunciata la titolare, dipendente indotta al meretricio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento