menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli di Ferragosto: elevate 27 multe per velocità, due attività produttive non a norma

Monitorate le principali arterie stradali e i centri di maggior afflusso. Sanzionati i titolari di una ditta di confezionamento di capi in pelle ed un centro massaggi per violazioni in materia di sicurezza e mancato rispetto delle norme anti Covid-19

Nel lungo ponte di Ferragosto il Comando provinciale di Vicenza ha effettuato una serie di servizi di prevenzione e controllo in occasione dei grandi spostamenti previsti verso le aree di maggior afflusso turistico.

Sono state le zone montane e pedemontane ad essere interessate, in particolare l’Altopiano di Asiago, il Pasubio ed il comprensorio di Recoaro Terme, mete dei vicentini, ma anche di turisti delle province limitrofe, dove si sono riversati i proprietari delle numerose seconde case e gli ospiti delle strutture ricettive, oltre che  coloro che hanno fatto esclusivamente la classica gita “fuori porta”. 

I controlli, che hanno interessato in particolare le principali arterie stradali e i centri di maggior afflusso, hanno visto impegnate numerose pattuglie delle Stazioni dell’area interessata, quasi raddoppiando il normale dispositivo di controllo del territorio. Impiegati anche i motociclisti del Nucleo Radiomobile di Vicenza ed equipaggi a bordo delle Stazioni Mobili. 

Più di 350 le autovetture controllate e 613 persone le persone identificate; elevate 27 le contravvenzioni al Codice della Strada. Sono state 12 le perquisizioni effettuate, delle quali 3 con esito positivo: un 22enne di Thiene è stato trovato in possesso di hashish a bordo del suo veicolo e per questo segnalato alla Prefettura, mentre due ragazzi, un minore ed un 18enne, dopo il controllo su strada, sono stati condotti presso le rispettive abitazioni ove la perquisizione ha consentito di rinvenire 60 grammi a testa di marijuana e più di 400 euro in contati, verosimilmente frutto della cessione di altro stupefacente; i due sono stati denunciati a piede libero alle competenti AA.GG. per detenzione ai fini di spaccio.

Anche i locali pubblici sono stati oggetto di controlli: 36 quelli visitati e 9 le contravvenzioni elevate, soprattutto per il mancato rispetto degli orari e delle indicazioni degli alimenti.

Anche il comando carabinieri Ispettorato del Lavoro, nonostante la chiusura festiva della maggior parte delle attività produttive, ha comunque proceduto ad effettuare alcuni controlli nella provincia. I titolari di due attività, una di confezionamento di capi in pelle ed un centro massaggi, sono stati deferiti a piede libero per violazioni in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro, oltre che per il mancato rispetto delle norme anti Covid-19; a loro carico anche sanzioni amministrative per un totale di 88mila euro e sospensioni delle attività dai 2 ai 5 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

La pasta in bianco fa ingrassare? Scopri la verità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento