rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Recoaro Terme

Recoaro, evade per 12 ore, ma non è reato

Un giovane di origini brasiliane è stato assolto dopo essere scappato dalla comunità in cui viveva ai domiciliari. Era uscito per una festa per tornare nella comunità poche ore dopo

Era scappato dalla comunità San Gaetano a Recoaro dove scontava i domiciliari per andare a trascorrere qualche ora in un locale. Nonostante la fuga L.C. 27 anni di origini brasiliane ma residente a Venezia, è stato assolto dal giudice. La sua assenza, quella sera di giugno 2011, è durata meno di 12 ore  e quindi non è reato.

I dipendenti della comunità avevano dato l'allarme ai carabinieri, che, anche dopo il rientro spontaneo del giovane, avevano deciso di riportarlo in carcere. Quella fuga, però, non costituisce reato. La sentenza del tribunale di Vicenza non ha fatto altro che applicare quanto deciso dalla Corte Costituzionale nel 2009. Il paletto deciso per le "mini evasioni" è di 12 ore, un tempo di assenza considerato legittimo e fissato per consentire alle madri detenute di allattare la prole.

Come riportato da il Giornale di Vicenza, la sentenza, la prima del suo genere nel territorio berico, complica l'attività di controllo delle forze dell'ordine presso le case del centinaio di detenuti ai domiciliari presenti in provincia. Se non dovessero rispondere al campanello, occorrerà attendere le 12 ore decise dal giudice, prima di iniziare le ricerche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recoaro, evade per 12 ore, ma non è reato

VicenzaToday è in caricamento