Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il rally non piace ai residenti: scoppia la rissa

Pugni, calci e qualcuno ha pure tirato fuori la mazza. Le immagini della lite tra alcuni abitanti che hanno bloccato la gara e i piloti del "Rally città di Bassano"

 

È finita in rissa l'ultima edizione del Rally Città di Bassano. Calci, pugni e qualcuno ha tirato pure fuori un bastone. L'episodio è avvenuto sabato verso mezzogiorno sul percorso della gara nei pressi della frazione di Laverda,  suddivisa tra i Comuni di Lusiana, di Salcedo e di Marostica. 

Tutto sarebbe nato dal fatto che alcuni residenti non volevano aspettare il passaggio della corsa. Secondo quanto ricostruito il marito e il figlio di una signora che nella mattinata aveva chiesto agli organizzatori di spostare due rimorchi dal parcheggio della sua abitazione - cosa che è stata fatta - sono arrivati in mezzo alla strada del tracciato con  un Daily, bloccando il passaggio di tre auto da competizione. 

A quanto sembra i padre e figlio volevano raggiungere la propria abitazione nel bel mezzo dello svolgimento della gara. Alcuni piloti hanno cercato di convincere i residenti a spostare il furgone e al "no" secco è scoppiata la rissa. Uno sportivo ha fotografato la targa del furgone e il più anziano dei residenti glielo ha strappato di mano, facendolo volare nella scarpata. Poi sono volati pugni e calci e il figlio ha pure preso una mazza inseguendo i rallysti. Il tutto è stato ripreso da un video ed è durato qualche minuto. L'intervento degli organizzatori prima e dei carabinieri poi ha fatto cessare la baraonda. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento