Cronaca

“Riempimi di gioia”: torna la raccolta di alimenti per le famiglie in difficoltà

Votata all’unanimità la riedizione dell'iniziativa avviata nel 2009, con un bilancio nel 2011 di 28 tonnellate di beni alimentari raccolti da 510 volontari in 35 supermercati: il 15 ed il 16 dicembre

Sabato 15 e domenica 16 dicembre tornerà “Riempimi di gioia”, la raccolta di generi alimentari da destinare alle persone in difficoltà economiche e agli istituti di assistenza della città. Il consiglio comunale ha infatti votato all’unanimità anche quest'anno per una riedizione dell'iniziativa avviata nel 2009, con un bilancio nel 2011 di 28 tonnellate di beni alimentari raccolti da 510 volontari in 35 supermercati della città e due nei paesi confinanti.

“Nonostante l'acuirsi degli effetti della crisi economica, la generosità dei nostri concittadini è aumentata di anno in anno – ha evidenziato questa mattina a palazzo Trissino l'assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari, presentando la quarta edizione di Riempimi di gioia assieme all'assessore alla protezione civile Pierangelo Cangini, al consigliere comunale promotore dell'iniziativa, Pio Serafin, e ad una folta delegazione del gruppo volontari della protezione civile comunale capitanata dal coordinatore Gianni Gobetti -. Basti pensare che nel 2009 vennero raccolte 14 tonnellate di generi alimentari, 21 nel 2010 e addirittura 28 l'anno scorso. Quest'anno tuttavia riceviamo segnali, specie dalle parrocchie, che fare solidarietà comincia ad essere un problema anche per le nostre famiglie. La raccolta che organizza il Comune serve allora anche per ricordare che c'è chi fa sempre più fatica a tirare avanti, in particolare le famiglie numerose e chi ha perso il lavoro o la salute”.

“La protezione civile comunale è per sua stessa natura l'organizzazione cittadina più adatto a gestire un'iniziativa così complessa – ha sottolineato Cangini -: non solo durante la raccolta, gestendo oltre 500 persone sparse in una quarantina di supermercati, ma soprattutto dopo, quando nel magazzino comunale si devono confezionare i pacchi da consegnare durante le festività natalizie. Tanta è dunque la nostra gratitudine nei confronti dei volontari che spesso si trovano ad operare a temperature particolarmente rigide e al costo di personali sacrifici”. “Con 'Riempimi di gioia' – ha aggiunto infine Serafin - il Comune lancia un appello alla solidarietà e stimola il senso di comunità grazie al coinvolgimento di tante associazioni del territorio. E i risultati sono imponenti. Basti pensare che all'Istituto Perazzolo, ad esempio, alcuni generi alimentari sostegno circa 70 persone fino a maggio”.

Anche quest’anno dunque all’ingresso dei supermercati si alterneranno gruppi di volontari che consegneranno ai clienti un volantino a firma del sindaco Achille Variati che spiega le finalità dell’iniziativa e un sacchetto in cui inserire prodotti alimentari non deperibili da acquistare e riconsegnare poi all’uscita (olio, tonno, legumi in scatola, pelati, pasta, riso, zucchero, fette biscottate, biscotti, marmellata, crema al cioccolato da spalmare, latte, caffè, orzo, panettoni e pandori, prodotti per bambini e lattanti...). La gestione della raccolta è affidata per la parte operativa al Gruppo volontari della protezione civile e per la parte organizzativa al settore Servizi sociali e abitativi del Comune.


I supermercati coinvolti nell’iniziativa quest’anno sono 38: A&O - via Baracca, via Giuriato, via Laghi; Ali - via Periz, via Rossini; Auchan - strada delle Cattane; Billa - viale della Pace; Coop Adriatica - via Bedeschi; Dial (Di Più Quality) - viale della Pace, via Quadri; Dico - via del Carso; Emisfero - strada Padana verso Padova; Famila - Galleria Parco Città, strada Padana Verso Verona (Creazzo); GB Ramonda - viale Btg. Framarin; Prix Quality - via Dalla Scola, via Riviera Berica, viale dell'Industria, viale Anconetta, via Monte Asolone, viale S. Lazzaro, via Saviabona, via Monte Zovetto; Quick - via Galilei, largo Goethe, viale Trieste, via Trissino; Sisa Berico - viale Trieste, via Prati, via Fermi (Arcugnano); Spa Market - via Btg. Val Leogra; Super A&O - strada di Ca' Balbi; Pam - viale Trento, viale Mazzini; Riviera Sisa - via Salvemini; Quality Cervino - strada Marosticana; Vivo - strada di Ca' Balbi. Collaborano alla raccolta i centri d’ascolto Caritas parrocchiali; le conferenze di S. Vincenzo, il gruppo “Condivisione e solidarietà” della parrocchia S. Bertilla, “Senza frontiere” della parrocchia S. Lazzaro, la comunità animatori della parrocchia S. Andrea, i gruppi scout Agesci e Fse, i dipendenti di Italbras, il centro di ascolto "Il Mezzanino”, il coordinamento dei comitati cittadini, la comunità algerina e la comunità marocchina, il centro culturale islamico “Ettawba”, Cna Pensionati, Gvvaic Italia-gruppo Vicenza, i pellegrini mariani, gli studenti volontari “IlRossiPerVicenza”, Native onlus, Yaakar-La Speranza, Pa Croce Verde Vicenza; le associazioni sportive Aikido Vicenza, Fiab Tuttinbici, Marathon Club, NordicWalking Vicenza, Gruppo sportivo non vedenti Vicenza; le associazioni d’arma Gruppo alpini di Laghetto, Bersaglieri, Carabinieri, Cisom Corpo di soccorso dell’Ordine di Malta, Fante-Fed di Vicenza, Anget Genio e trasmissione, Marinai d’Italia, Ansi, Unuci; gli amministratori e i dipendenti del Comune di Vicenza, di Aim e Acque Vicentine; oltre a singoli cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Riempimi di gioia”: torna la raccolta di alimenti per le famiglie in difficoltà

VicenzaToday è in caricamento