menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli antiprostituzione: identificate 58 persone

Operazione dei carabinieri lungo la Regionale 11. Fermate 12 lucciole perché senza  documenti o con documenti ritenuti sospetti 

Chiamatela fase 3 o meglio, convivenza con il virus. Di certo la fine parziale delle restrizioni, a pandemia ancora in corso, ha riportato sulle strade della città la mai risolta questione del lenocinio. Prova ne è il rapporto dei carabinieri del comando provinciale di Vicenza. I militari, nella notte tra lunedì e martedì, hanno effettuato un servizio coordinato a largo raggio contro il fenomeno della prostituzione. 

I controlli hanno interessato la strada Regionale 11 nel tratto da viale Verona e fino a Montecchio Maggiore, dove si trova la più consistente concentrazione di prostitute da strada. Nell’arco del servizio sono stati controllati 19 mezzi ed identificate 58 persone, tra cui 28 prostitute, per lo più di origine sudamericana e rumena, 12 delle quali accompagnate in caserma per identificazione perché senza documenti o con documenti ritenuti sospetti. Al termine delle operazioni sono state tutte rilasciate.

Il controllo è avvenuto con l’ausilio delle Polizie Locali “Dei Castelli” per Montecchio Maggiore e dell’Unione “terre del Retrone” per i Comuni di Altavilla Vicentina, Creazzo e Sovizzo, che ha impiegato anche uno specialista in falso documentale. Nel corso del servizio sono stati segnalati tre giovani per possesso di stupefacenti per uso personale: due cugini di Torino ed uno dell’alto vicentino che tornavano a casa di quest’ultimo dopo una cena. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La montagna frana: addio alla guglia Corno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento