Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Prostituzione, prorogata al 31 ottobre l'ordinanza: "Attività in aumento"

Firmata questa mattina dal sindaco di Vicenza la proroga del provvedimento che nei soli primi quattro mesi dell'anno ha portato all'accertamento di oltre 355 verbali di violazione amministrativa

Resta in vigore fino al 31 ottobre 2013 l'ordinanza che vieta espressamente la prostituzione su strada in alcune zone di Vicenza. È stata infatti firmata questa mattina dal sindaco la proroga del provvedimento che nei soli primi quattro mesi dell'anno ha portato all'accertamento di oltre 355 verbali di violazione amministrativa. ZONA ROSSA A VICENZA

AUMENTO Nonostante l'intensificazione dei controlli serali mirati, infatti, l'attività di prostituzione risulta in aumento nell'ultimo periodo. L'ordinanza è dunque uno strumento che consente all'amministrazione di tenere sotto controllo una situazione che potrebbe altrimenti degenerare, tanto più che l'azione deterrente dei controlli delle forze dell'ordine è di fatto affiancata dalle relazioni che l'associazione di volontariato Mimosa instaura su strada direttamente con le prostitute per avvicinarle a percorsi di reinserimento sociale. Il provvedimento prorogato stamattina conferma dunque tutte le zone rosse già espressamente vietate alla prostituzione, oltre al più generale divieto agli automobilisti di fermarsi per contrattare prestazioni sessuali a pagamento per strada e alle prostitute di vestirsi in modo che offende il comune senso del pudore.


La violazione dell’ordinanza prevede un’ammenda di 500 euro e l’immediato allontanamento. Se il trasgressore non ottempera all’ordine, stabilito attraverso verbale con conseguente identificazione, viene applicato l’articolo 650 del codice penale che comporta la denuncia penale per inottemperanza all’ordine dell’autorità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione, prorogata al 31 ottobre l'ordinanza: "Attività in aumento"

VicenzaToday è in caricamento