rotate-mobile
Cronaca

Prostitute ed accattoni: raffica di multe a Vicenza

Tra giovedì e venerdì 12 multe nella "zona rossa" per altrettante operatrici del sesso, mentre a Monte Berico sono stati rintraccoiati minorenni rumeni che chiedevano l'elemosina

Giornate impegnative per la Polizia locale vicentina, impegnata nel duplice fronte dell'allontanamento di prostitute ed accattoni dalle zone off-limits.

Sei cittadini rumeni sono stati individuati venerdì scorso a Monte Berico mentre esercitavano l’attività di accattonaggio. Nel gruppo, composto in prevalenza da persone di sesso femminile, dai 14 ai 30 anni, la polizia locale ha rintracciato anche una ragazza di 19 anni che esercitava l’attività di accattonaggio con l’aiuto del fratello minorenne. Per questo la rumena è stata segnalata all’autorità giudiziaria.

E non si fermano i controlli antiprostituzione nel rispetto dell’ordinanza per il contrasto della sicurezza urbana causato dal fenomeno della prostituzione su strada. Tra giovedì e venerdì notte sono state elevate 12 multe, sei in ciascuna nottata, dagli agenti della polizia locale che hanno rintracciato tra viale San Lazzaro e Viale Verona, quindi all’interno della zona rossa, alcune prostitute che sono state sanzionate con multe da 500 euro ed invitate ad allontanarsi.

“I controlli della polizia locale - commenta l'assessore alla sicurezza Antonio Dalla Pozza - hanno portato sino ad ora ad elevare 51 sanzioni, a cui vanno aggiunte quelle comminate dalle altre forze dell'ordine. Stiamo monitorando con grande attenzione il fenomeno della prostituzione, che a quaranta giorni dall'emanazione dell'ordinanza sindacale ha sicuramente visto una sua diminuzione nelle aree residenziali. Permane un problema – osserva Dalla Pozza - relativo ad un esiguo gruppo di ragazze, tutte già multate, che alla vista delle forze dell'ordine, si rifugia all'interno di un'area privata. Stiamo operando comunque nella direzione giusta, e le presenze in zone residenziali appaiono in netto calo, così come ci eravamo prefissi. Ora forse è il momento più delicato, e cercheremo di fare tutto il possibile, in accordo con le altre forze dell'ordine, perchè questa tendenza si consolidi. Rimane però improcrastinabile la necessità di una legge che regolamenti, una volta per tutte, il tema della prostituzione su strada. Restiamo in attesa di questo intervento legislativo, come di quello promesso sui poteri dei sindaci in materia di sicurezza, e del quale nulla più si sa”.

Nel fine settimana, invece, i controlli non hanno rilevato irregolarità.




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostitute ed accattoni: raffica di multe a Vicenza

VicenzaToday è in caricamento