menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Lucciola" positiva al Covid-19, identificato l'accompagnatore: tampone negativo per lui

Dopo vari tentativi senza esito effettuati nei giorni scorsi, la polizia è riuscita a rintracciare l'uomo nella giornata di martedì spiegandogli che, per la propria salute e per l’incolumità pubblica, si doveva assolutamente recare al Pronto soccorso

Nei giorni scorsi si è creato il caos a Vicenza attorno al caso di una prostituta positiva al Covid-19. Nella giornata di martedì, la Questura di Vicenza ha fornito alcuni dettagli per fare chiarezza sula vicenda. A seguito del ricovero al San Bortolo di una giovane nigeriana, verosimilmente prostituta, risultata positiva al Covid-19,  la polizia ha effettuato infatti alcuni accertamenti che hanno portato all'identificazione dell'uomo che ha accompagnato la giovane al pronto soccorso.

I poliziotti hanno infatti appreso che il 17 luglio scorso, intorno alle 12.30, un cittadino nigeriano, senza precedenti, in regola con le norme sul soggiorno, residente in provincia di Torino ed attualmente domiciliato a Vicenza per lavoro, dopo essere uscito dalla propria abitazione per recarsi al supermercato, arrivato in viale San Lazzaro, ha incontrato la giovane in questione, mai in precedenza conosciuta, che, dopo una breve conversazione, gli ha chiesto di accompagnarla all’ospedale in quanto non si sentiva bene.

L’uomo ha quindi accompagnato la ragazza fino al Pronto soccorso, e gli ha lasciato il proprio contatto telefonico, per qualsiasi necessità. Martedì mattina, il personale del posto di polizia, è riuscito a mettersi in contatto con l'uomo, dopo vari tentativi effettuati senza esito nei giorni scorsi, spiegandogli che, per la propria salute e per l’incolumità pubblica, si doveva assolutamente recare al Pronto soccorso, per sottoporsi al tampone Covid (in ragione della positività della ragazza).

Lo straniero si è subito reso conto della gravità della situazione, così, martedì verso le 14, si è recato al Pronto soccorso del San Bortolo, dove è stato sottoposto al tampone Covid che è risultato negativo. Nel frattempo una volante della Questura, arrivata al San Bortolo, ha identificato l'uomo.

"In merito alla situazione della giovane donna attualmente ricoverata in ospedale - rende noto la Questura berica - invece, al momento, non vi è ancora prova che la stessa, oltre a quanto dichiarato ai medici (nei confronti dei quali mantiene comunque un atteggiamento non collaborativo), abbia esercitato attività di prostituzione all’interno del Comune di Vicenza, ove risulta essere giunta solo recentemente, essendo residente fuori regione. La stessa non risulta in precedenza mai controllata nel Comune o nella provincia di Vicenza. Sono comunque in corso ulteriori accertamenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

La pasta in bianco fa ingrassare? Scopri la verità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

  • Attualità

    Vaccini, «Il Veneto troppo indietro nelle somministrazioni»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento