rotate-mobile
Cronaca Pozzoleone

Pozzoleone, cani abbandonati nel casolare lager: denunciato pastore 63enne

I carabinieri di Pozzoleone sono intervenuti con i volontari del canile di Vicenza per liberare gli animali, posti sotto sequestro per ordine del tribunale

Ai carabinieri di Sandrigo arrivavano molte segnalazioni di quel casolare sperduto in mezzo alla campagna. Il lamento dei cani si faceva sentire incessante fino a che, dopo vari sopralluoghi, nei giorni scorsi è scattato il sequestro.

I militari dell'Arma, guidati dal maresciallo Tapiglia, hanno trovato una situazione di degrado olte il limite della decenza: 13 cani rinchiusi in box abbandonati in mezzo al fango e alla proprie feci, lasciati a cuocere sotto alla calura estiva con solo un po' di acqua. 

A tenerli in quelle condizioni S.B., 63enne del posto senza un lavoro fisso ma, secondo le prime informazioni, con una occupazione saltuaria come pastore in zone di montagna. In quella vecchia e fatiscente casa colonica l'uomo non ci viveva, teneva solo i poveri animali senza averne nessuna cura.

Per questo è partita l'inchiesta della procura con il sequestro e l'accusa al pastore di abbandono di animali che potrebbe aggravarsi in maltrattamenti dopo la chiusura delle indagini. Per ora i cani sono stati portati al canile di Gogna e non è escluso che, a seconda di quello che deciderà il giudice, un giorno possano essere affidadati a qualcuno per una condizione di vita migliore

Pozzoleone, il casolare degli orrori

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzoleone, cani abbandonati nel casolare lager: denunciato pastore 63enne

VicenzaToday è in caricamento