rotate-mobile
Cronaca Bassano del Grappa

Ponte di Bassano, buone notizie: "Si sta alzando"

Stanno dando i primi risultati i lavori inziati a novembre sull'opera del Palladio. Grazie alla rimozione del cemento e delle pietre sulla passerella, il ponte non solo avrebbe smesso di sprofondare ma, alle estremità, si starebbe perfino alzando

Buone notizie per il Ponte degli Alpini a Bassano del Grappa: la rimozione della massicciata, composta soprattutto da sassi e cemento, ha consentito di alleggerire l'intera struttura e di limitare l'abbassamento che e' quasi scomparso. "Non solo - hanno detto il sindaco Riccardo Poletto e l'assessore Roberto Campagnolo - e' stato arrestato lo sprofondamento, ma si e' registrato un innalzamento, seppur lieve, della struttura".

Secondo quanto emerso dagli accertamenti, dopo che l'opera lignea, progettata dall'architetto Andrea Palladio, era scesa mediamente di 3-4 centimetri al mese, negli ultimi due mesi il calo si e' limitato ad appena 4 millimetri nella zona centrale, ossia nelle due arcate centrali. Nella prima e alla quarta stilata, quelle piu' vicine agli argini, il ponte e' salito di un paio di millimetri, in virtu' del fatto che la struttura essendo in legno e' anche elastica. L'intervento complessivo per la salvaguardia dell'opera tuttavia e' solo all'inizio. Entro la fine del mese si procedera' con l'ancoraggio delle stilate alle teste di palo utilizzate per mettere in asso il ponte dopo l'alluvione del 1966.

Nel frattempo e' stata attivata la procedura di gara con l'obiettivo di procedere con l'aggiudicazione provvisoria per la metà di dicembre: le successive settimane serviranno per gli iter burocratici, tra cui l'esame di interventi e costi previsti dalla ditta, al termine dei quali avverra' la definitiva aggiudicazione e l'inizio dei lavori, che dovrebbero partire nel prossimo mese di gennaio. Si tratta di un intervento che verrà realizzato a stralci in quanto i cantieri potranno essere allestiti solo nel periodo in cui il livello del fiume Brenta e' basso, quindi nei primi mesi dell'anno, per poi riprendere l'anno successivo nello stesso periodo.


Il preventivo dell'opera e' stimato in 5 milioni e 200 mila euro, costo completamente coperta da finanziamenti gia' confermati e approvati, da parte di Ministero, Regione Veneto e Fondazione Cariverona, mentre il comune di Bassano investira' circa 1 milione e 200 mila euro. Ulteriori 200 mila euro saranno donati dalla locale Associazione Alpini, che nel proprio conto corrente, tramite varie iniziative e offerte arrivate da tutta Italia e anche dall'estero, ha gia' raggiunto la cifra di 140 mila euro ma conta di incassare il rimanente nei prossimi mesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte di Bassano, buone notizie: "Si sta alzando"

VicenzaToday è in caricamento