rotate-mobile
Cronaca

Piantagione di marijuana in un magazzino, arrestati i coltivatori

Indagine dei carabinieri di Valdobbiadene che hanno scoperto una "centrale dell'erba" in un immobile di proprietà di una società del Vicentino. Sequestrati tre kg e mezzo. In cella un giovane albanese e la complice, entrambi originari di Pieve di Cadore. Distribuivano la droga tra la Marca ed il veneziano

In un magazzino dismesso di piazza Capitello a Vidor, in provincia di Treviso, un immobile di proprietà di una società di Romano d'Ezzelino, i carabinieri della stazione di Valdobbiadene, coordinati dal maresciallo Riccardo Mallardi e dal comandante di Compagnia, Giuseppe Agresti, hanno scoperto una vera e propria "centrale dell'erba" del Quartier del Piave in cui era stata allestita una coltivazione di marijuana, con ben 88 piantine e 2,8 chili di prodotto finito, pronto per essere messo sul mercato.

 Arrestati i due coltivatori: un 28enne albanese, V.S., e una 24enne italiana, E.P., entrambi di Pieve di Cadore (Belluno) e con precedenti specifici. La coppia, dopo averne ottenuto il comodato d'uso gratuito, si erano trasferiti nel magazzino che era completo di cucina, letti, e tv. Per alimentare elettrodomestici e soprattutto le lampade per far crescere le piantine di marijuana il balcanico, ex idraulico e abile elettricista, era riuscito a collegarsi alla rete pubblica dell'energia elettrica. Oltre ai reati di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti i due devono infatti rispondere anche del reato di furto di energia elettrica.

Fonte: Trevisotoday

Serra di maria in un magazzino: le foto

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piantagione di marijuana in un magazzino, arrestati i coltivatori

VicenzaToday è in caricamento