Botte ai genitori per avere i soldi della droga: arrestato 37enne

L'uomo, milanese con precedenti per rapina, è finito in manette per maltrattamenti in famiglia ed estorsione. L'intervento dei carabinieri di Marostica

Violenze fisiche e psicologiche per anni nei confronti dei genitori per ottenere il denaro che gli serviva per acquistare droga. S.I., 37enne di Milano domiciliato presso la comunità Oasi di Pianezze, è finito in carcere per le costanti angherie che ha praticato nei confronti dei familiari dal 2000 al 2003, con atti fisici, minacce e severi danneggiamenti dell’abitazione. L'uono risulta avere poi vari precedenti per rapina, evasione, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale ed altro, tutto commesso intorno agli anni in cui è incentrata la vicenda dei maltrattamenti ed estorsione.

I carabinieri della stazione di Marostica, nella mattinata di venerdì, hanno tratto in arresto il 37enne - che era in regime di libertà vigilata come ultima misura a seguito di una serie di intemperanze e violazioni di legge - su ordine di esecuzione di misura di sicurezza con affidamento a casa di lavoro.

Il soggetto era stato trasferito presso la comunità nel settembre 2016, sempre attentamente monitorato dai carabinieri che hanno  evidenziato diverse violazioni del regime di libertà vigilata, fra cui rientri posticipati non autorizzati e casi di assunzione di stupefacenti. A ciò si sono sommate le relazioni del Ser.D. che hanno evidenziato riluttanza e repulsione verso le prescrizioni imposte a causa dello stato di tossicodipendenza cronico dell’arrestato, con assenze ai colloqui ed ai controlli previsti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento