Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Trissino

Pfas, consiglio regionale approva due mozioni M5S

Manuel Brusco: "Più controlli per le emissioni in atmosfera e sugli abitanti della zona rossa"

Il consiglio regionale del Veneto ha approvato all'unanimità due mozioni sui Pfas presentate dal consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Manuel Brusco.

La prima è la richiesta di rimuovere la fonte della contaminazione. Brusco spiega: "Il biomonitoraggio rivela che nei 21 Comuni interessati dalla contaminazione da Pfas esiste un eccesso di mortalità per cardiopatie ischemiche (uomini +21%, donne +11%), per malattie cerebrovascolari negli uomini (+19%), per diabete mellito nelle donne (+25%) e per Alzheimer/demenza nelle donne (+14%).

Visto questo, in base al principio di precauzione e al principio di responsabilità della Regione Veneto ci uniamo alla richiesta del direttore della Sanità veneta Domenico Mantoan di procedere alla rimozione della fonte di contaminazione. Con questo voto la Giunta si impegna ad adempiere questa richiesta prendendo provvedimenti urgenti a questo scopo".

L'altra mozione approvata dal Consiglio è relativa all'inquinamento dell'aria da Pfas. 

 "La Regione sta facendo delle analisi sulle sui lavoratori della Miteni, ma noi chiediamo anche che vengono implementati i controlli delle emissioni di Pfas in aria, dai camini dell'azienda, fattore di cui non si era a conoscenza e che come M5S abbiamo contribuito a divulgare. 

Poiché dunque anche nell'aria si è diffusa questa contaminazione, chiediamo che gli stessi controlli che oggi sono fatti agli operai della Miteni siano effettuati anche nei confronti degli abitanti del comune di Trissino, sede dell'azienda inquinante, così come dei cittadini risiedenti all’interno dei comuni della zona rossa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pfas, consiglio regionale approva due mozioni M5S

VicenzaToday è in caricamento