Minore va in crisi al reparto psichiatrico: i sanitari non riescono a calmarlo e chiamano i carabinieri 

Ha danneggiato i mobili e minacciato gli operatori. Per calmare il 16enne, ricoverato all'ospedale di Santorso, è stato necessario l'intervento dei militari

Nel corso della serata di lunedì i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento aggravato un 16enne ucraino con precedenti. 

Nei fatti il ragazzi, ricoverato presso il reparto psichiatrico dell’Ospedale di Santorso, in preda ad una crisi nervosa ha danneggiato diverse suppellettili e minacciato i sanitari presenti nonché i militari intervenuti dopo essere stati chiamati dal personale dell'ospedale.

Gli operanti sono riusciti ad immobilizzare il paziente senza che nessuno si facesse male e a normalizzare l’andamento del Reparto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto finisce capovolta nel torrente: muore conducente, ferita la passeggera

  • Rientrano dalle ferie in Crozia: cinque ragazzi positivi al Coronavirus

  • Allagamenti e frane, il Vicentino flagellato dal maltempo: alluvione a Solagna

  • Coronavirus, boom di contagi: effetto focolaio di Casier

  • Tragedia in strada Lobia, il mondo del calcio piange il suo portierone: "Ciao Pilo"

  • Baraonda dei rapper in albergo: intervento della polizia, denunce ed “espulsione”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento