Operazione Indoor: estradati in Italia due latitanti

Marin Calin Codrut, romeno di 39 anni, era il referente dalla Spagna per il traffico verso il Veneto, mentre il connazionale Miroslav Grigore, 30 anni, si era rifugiato in Austria dal Veneziano

Sono stati estradati i due indagati arrestati in Austria e in Spagna lo scorso 20 novembre nell’ambito dell’operazione Indoor dei carabinieri del nucleo investigativo di Venezia che aveva portato a smantellare un gruppo dedito al traffico internazionale di hashish e marijuana, importati attraverso al Spagna e smerciati nelle province di Vicenza, Padova, Venezia e Treviso, anche vicino a scuole e parchi frequentati da giovani.

Quel giorno i militari avevano eseguito venti misure cautelari, tra cui un 20enne di Caldogno, e sequestrato beni per un milione di euro.

Venerdì scorso, Marin Calin Codrut, romeno di 39 anni, è atterrato all’aeroporto di Roma Fiumicino, proveniente da Madrid, scortato da personale del Servizio della Cooperazione Internazionale di Polizia e consegnato alle autorità italiane, per essere poi ristretto nel carcere di Rebibbia. L’uomo è considerato il referente del gruppo in Spagna per l’importazione della droga in Veneto.

A metà dicembre, anche il connazionale Miroslav Grigore, 30enne, che prima di trasferirsi in Austria gestiva il traffico di stupefacenti nella provincia di Venezia, è stato estradato attraverso il confine del Brennero e accompagnato nel carcere di Bolzano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • L'Emisfero apre i battenti alle Cattane, Cestaro: «Il nostro primo pensiero è stato ai dipendenti»

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

Torna su
VicenzaToday è in caricamento