rotate-mobile
Cronaca Pozzoleone

Pozzoleone, tragedia in casa: la uccide e poi si sgozza

Scena raccapricciante in un'abitazione in via Nicoletti: una coppia di americani, 44 anni lui, 40 lei, è stata trovata morta. Indagini da parte dei carabinieri

"I'm sorry" sono queste le ultime parole che Joel Bradley Kinser avrebbe scritto su un post-it lasciato su una porta nella villetta in via Nicoletti a Pozzoleone, dove lunedì di Pasquetta è andato in scena l'orrore. Un segno, compiuto poco prima di spirare, che non lascia dubbi sul gesto terribile del 44 enne americano che da tempo era divorato dal male oscuro. Una depressione che lo ha portato a uccidere la moglia soffocandola o strangolandala. Un omicidio che - secondo i primi rilievi potrebbe essere avvenuto a Pasqua, quindi non lo stesso giorno del suicidio. 

Dramma a Pozzoleone: il video

Erano circa le  15.30 di lunedì quando i carabinieri della Setaf, con i militari della compagnia di Thiene e del nucleo investigatoivo di Vicenza, e il Suem 118, si sono recati sul posto e hanno scoperto i cadaveri della coppia di americani: Joel Bradley Kinser, 44 anni, e Leila Gakhirovan Kinser, 40. 

La scena

Lui è stato trovato in una pozza di sangue in bagno, con ferite di arma da taglio, lei sul letto, senza segni evidenti di ferite. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo avrebbe strangolato la moglie per poi togliersi la vita. 

Le forze dell'ordine sono state allertate dal parroco della Comando americano, allarmato dalle mancate risposte alle sue chiamate. Il prelato era molto vicino al 44enne, che pare soffrisse di depressione, tanto da essere stato congedato e assunto come impiegato.Bradley, che lavorava per una ditta estena, avrebbe confessato al sacerdote propositi suicidi.

Dramma a Pozzoleone: le foto

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzoleone, tragedia in casa: la uccide e poi si sgozza

VicenzaToday è in caricamento