NO TAV Un centianio di No dal Molin in corteo in Val Susa: "Appuntamento il 4 maggio"

Da Vicenza e Schio erano partiti all'alba due pullman che hanno raggiunto il Piemonte per portare i "No Dal Molin" ancora una volta a fianco dei comitati difendono valli interessate al progetto ferroviario

Lo striscione dei No dal Molin

Sono stati un centinaio gli aderenti al movimento "No Dal Molin" di Vicenza, che si è battuto in questi anni contro la nuova base americana in Veneto, ormai realizzata, ha partecipato oggi in Val di Susa alla protesta promossa dagli attivisti "No Tav".

Dal capoluogo berico erano partiti all'alba due pullman che hanno raggiunto il Piemonte per portare i "No Dal Molin" ancora una volta a fianco dei comitati difendono valli interessate al progetto ferroviario. Proprio dalla Val di Susa i responsabili del presidio permanente "No Dal Molin" hanno voluto rilanciare un invito a Vicenza per sabato 4 maggio, quando alla nuova base americana è prevista l'iniziativa "Porte aperte" rivolta alla cittadinanza berica. "In quel giorno - dicono gli attivisti vicentini - gli statunitensi apriranno i cancelli della nuova base al Dal Molin, quella è quindi la data scelta dall'esercito Usa per inaugurarla. Anche noi entreremo, non per ringraziare gli statunitensi della loro occupazione , ma per contestare chi ha devastato la nostra terra".

"Il 4 maggio - concludono - invitiamo tutte e tutti a Vicenza per difendere la nostra terra dalle basi di guerra".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, non si fermano i contagi e i decessi in Veneto

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Covid-19: oltre 5mila casi e 186 decessi in Veneto, 652 positivi nel Vicentino

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Giocano a pallone in strada: denunciati i genitori di 10 ragazzini per violazione al Dpcm

  • Emergenza Covid-19, operatori sanitari a rischio: informate tutte le procure del Veneto

Torna su
VicenzaToday è in caricamento