rotate-mobile
Cronaca

La protesta degli insegnanti contro i tagli "licenzia" Babbo Natale

Alla scuola dell'infanzia San Francesco quest'anno Babbo Natale non passerà. Lo riporta il sito Lettera43: "Nello scegliere quali attività sospendere, abbiamo optato per la festa, salvando gite ed uscite"

"In collegio docenti abbiamo riflettuto a lungo su quali attività sospendere per esprimere il nostro disagio-alla fine abbiamo optato per i festeggiamenti di Natale, salvaguardando invece le gite e le uscite d'istruzione che, se abolite, andrebbero a penalizzare gli alunni dal punto di vista didattico". SEI D'ACCORDO?

E' la dichiarazione che  la coordinatrice della scuola per l'infanzia statale San Francesco di Vicenza, Nadia Bussolaro, ha dato al sito Lettera43 per spiegare la cancellazione della festa di Natale. Secondo le insegnanti, la preparazione della recita comporta un aggravio di lavoro, a fronte di continui tagli ai fondi ed alle retribuzioni.

La decisione ha fatto infuriare i genitori, che hanno scritto al provveditore di Vicenza: Se" possiamo comprendere la motivazione che stanno alla base della presa di posizione delle insegnanti non possiamo non indignarci per la scelta di privare i bambini di un momento magico e tanto atteso. Noi genitori non vogliamo e non possiamo cedere di fronte a tale violenza nei confronti dei nostri figli e tanto meno far passare la decisione della scuola sotto silenzio. Le lotte fra adulti, nella fattispecie con Monti, si combattono altrove e con altri sistemi, non certo eliminando Babbo Natale".

"La festa di Natale, che dovrebbe essere un momento di unione, di calore, di incontro tra scuola e famiglia, quest'anno sarà solamente un pretesto per fare la guerra contro il governo - prosegue il documento - in altre scuole dove è stata avanzata una proposta simile i docenti si sono dissociati per non far mancare ai bambini un momento di festa. Proprio in questo periodo di crisi le lamentele di chi lavora troppo suonano ancora più ridicole nei confronti di chi un lavoro non ce l'ha o di chi tutti i giorni lavora otto o 10 ore per avere uno stipendio pari o inferiore a quello delle docenti".

Leggi anche TUTTI GLI EVENTI PER NATALE 2012

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta degli insegnanti contro i tagli "licenzia" Babbo Natale

VicenzaToday è in caricamento