rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

Nanto, in manette il figlio del rapinatore ucciso da Stacchio

Il 19enne ha rubato una moto e ha seminato il panico sulle strade di jesolo. Era già finito in manette due anni fa

Sulla moto rubata c'era Alan Cassol, il figlio di Albano, il nomade ucciso nella rapina di Nanto da Graziano Stacchio. Per la seconda volta in due anni il giovane, 19 anni, è finito in manette. 

Come riportato sulle pagine de il Giornale di Vicenza, la caccia al bandito era iniziata a Jesolo attorno alle 17,20 di venerdì, quando il ragazzo ha rubato una moto di grossa cilindrata parcheggiata di fronte ad un negozio. Il furto è stato segnalato immediatamente, mettendo subito sulle tracce di Cassol le forze dell'ordine.  Con le pattuglie della polizia alle spalle, il 19enne ha dato vita ad un inseguimento degno di un film d'azione.  In tutto hanno partecipato 8 macchine della polizia e un elicottero. Alla fine Cassol, che viaggiava senza casco, sentendosi braccato ha tentato di abandonare il mezzo e fuggire a piedi per i campi, ma inesorabile la polizia lo ha bloccato. Rinchiuso in una cella attenderà il processo per direttissima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nanto, in manette il figlio del rapinatore ucciso da Stacchio

VicenzaToday è in caricamento