rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Cronaca

Le due facce della domenica di Vicenza

Code alla mostra di Van Gogh, con visitatori soddisfatti sia dell'esposizione che dell'accoglienza culinaria nel "salotto buono"; capannelli di spacciatori e via vai di clienti in un Campo Marzo sguarnito

Purtroppo, il primo impatto con la città, per chi arriva in treno, è il triste scenario chi si sviluppa dal piazzale della stazione a Campo Marzo e vie limitrofe. Lasciata completamente sguarnita dalle forze dell'ordine e senza alcuna traccia dell'esercito, l'area verde, che in queste gradevoli domeniche autunnali dovrebbe essere il regno dei giochi dei bimbi, era popolata dai consueti capannelli dello spaccio e attraversata di sfuggita dai clienti.

Il nostro stesso cronista è stato seguito a qualche metro di distanza da un individuo, che poco prima gli aveva chiesto se voleva comprare qualcosa, finchè non ha raggiunto l'auto. 

Bisogna fare uno sforzo in più. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le due facce della domenica di Vicenza

VicenzaToday è in caricamento