rotate-mobile
Cronaca

Morta di meningite dopo la GMG: più di 100 vicentini tra gli oltre 1000 veneti assistiti

Nelle quattro Ulss vicentine nel corso della giornata, sono stati assistiti complessivamente 90 ragazzi. In particolare si tratta di 11 tra Bassano e Asiago con profilassi e 54 trattati con profilassi dal settore Igiene Pubblica di Thiene

Altri 56 ragazzi provenienti dalla Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia sono stati sottoposti a profilassi contro la meningite presso il Servizio di Igiene Pubblica di Thiene, in provincia di Vicenza. L’aggiornamento è stato effettuato alle 18. Il totale dei ragazzi assistiti a Thiene, rispetto alle precedenti comunicazioni, è quindi salito a 110. Il totale dei ragazzi assistiti complessivamente dalla sanità veneta è quindi da aggiornare a 1.219.

Nelle quattro Ulss vicentine nel primo pomeriggio si contavano complessivamente 90 ragazzi. In particolare si tratta di 11 tra Bassano e Asiago con profilassi e 54 trattati con profilassi dal settore Igiene Pubblica di Thiene. A Vicenza (Ulss 6), tre visitati al pronto Soccorso di Noventa e due al San Bortolo senza profilassi. Ad Arzignano (Ulss 5), 20 ragazzi accolti e sottoposti a profilassi. A Santorso (Ulss 4) un caso trattato con profilassi.

Nelle Ulss padovane, rispetto ai 173 ragazzi registrati stamattina, se ne sono aggiunti 170 diretti a Latina e assistiti dall’Ulss 16 di Padova, altri 48 si sono rivolti all’Ulss 17, 5 all’Ulss 15. In giornata, all’Azienda Ospedaliera di Padova si sono presentati spontaneamente, rivolgendosi direttamente al reparto di malattie infettive, altri 12 ragazzi, 6 dei quali sono stati sottoposti a profilassi.

Nelle Ulss 1 e 2 di Belluno e Feltre si sono registrate 3 richieste di assistenza, tutte al Pronto Soccorso di Belluno, tutte trattate con profilassi. Nell’Ulss 10 Veneto Orientale, una sola persona si è presentata al pronto soccorso di Jesolo ed è stata inviata al settore igiene pubblica per la profilassi. Nessuna richiesta è stata registrata finora nei territori di Rovigo, Trecenta e Adria. Si sta tuttavia predisponendo un piano di accoglienza per i circa 240 ragazzi polesani, accompagnati dal Vescovo Pierantonio Pavanello, il cui rientro è previsto verso le 22 presso la cittadella sanitaria di Rovigo, dove sono pronti 4 ambulatori per la profilassi.


Nel Veronese, le Ulss di Verona, Legnago e Bussolengo non hanno ricevuto richieste di assistenza. Il monitoraggio riguarda anche gli ospedali privati-convenzionati di Negrar e Peschiera. Nell’Ulss 14 di Chioggia, 13 persone si sono presentate al Dipartimento di Prevenzione e sono state sottoposte a profilassi. L’Ulss 12 Veneziana ha fatto registrare un solo accesso all’ospedale di Venezia e ha gestito circa 40 telefonate con richieste di informazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morta di meningite dopo la GMG: più di 100 vicentini tra gli oltre 1000 veneti assistiti

VicenzaToday è in caricamento