Incidente in piscina, la 12enne non ce l'ha fatta

Per la piccola, figlia di un noto professionista vicentino, sono stati vani i tentativi di soccorso. Il suo cuore ha smesso di battere nel letto dell'ospedale di Massa, dove era stata trasportata subito dopo l'accaduto

È morta nel pomeriggio di mercoledì, all'ospedale di Massa, la 12enne figlia di un noto professionista vicentino che era stata colta da un malore mentre si trovava nella piscina idromassaggio dello stabilimento balneare Texas di Marina di Pietrasanta, in provincia di Lucca, dove si trovava in vacanza insieme ai genitori.

Alle ore 16 del 17 luglio, come riporta Parmatoday, è stata dichiarata la morte cerebrale. La ragazzina aveva avuto un arresto cardiaco mentre si trovava in acqua ed era stata trasportata d'urgenza nella struttura sanitaria. I genitori, due noti professionisti con uno studio anche a Parma, hanno acconsentito all'espianto degli organi ma la Procura di Lucca, che si sta occupano delle indagini relative al caso, ha autorizzato solo la donazione delle cornee. Sul corpo della ragazzina verrà effettuata l'autopsia.

A seguito dell'incidente, sei persone erano state iscritte nel registro degli indagati. La 12enne, dopo aver mangiato si era buttata in acqua ed era stata colpita da una congestione. Le persone indagate sono i titolari della struttura e gli assistenti bagnanti. La Capitaneria di porto ha condotto gli accertamenti, disposti dalla Procura di Lucca, che aveva aperto un fascicolo nei giorni scorsi: il Pm Salvatore Giannino ha condotto un sopralluogo nella mattinata di martedì.

Gli accertamenti "hanno riguardato prevalentemente l'area della piscina, già oggetto di sequestro, per acquisire maggiore contezza sia del funzionamento delle vasche, che del sistema di registrazione delle telecamere, anch’esse già oggetto di sequestro, seppur un accertamento tecnico specifico sul sistema di funzionamento idraulico dell’impianto delle piscine sarà effettuato nel corso di successivi sopralluoghi. Altro aspetto oggetto di approfondimento sono state le procedure di sicurezza e di emergenza che si sarebbero dovute adottare nella fattispecie, valutate anche sotto l’aspetto dei compiti e delle responsabilità derivanti dall’organigramma della struttura". 

Potrebbe interessarti

  • Scutigera: quante ne avete in casa? Sono da non uccidere!

  • Spiedo, grigliata: che bontà. Scopri le migliori del vicentino

  • Cerchi di rimanere incinta? Il primo passo è l'alimentazione

  • I sintomi, la diagnosi, la terapia per riconoscere e affrontare l’intolleranza al lattosio

I più letti della settimana

  • Superenalotto, jackpot sfiorato: tripletta di cinque

  • Dove sono gli autovelox? Te lo dice l'app del cellulare

  • Zecca, Medusa, Zanzara, Cimice, Vespa, Calabrone, Vipera: cosa fare in caso di puntura

  • Intervento miracoloso al San Bortolo: bimba di un anno salvata in extemis 

  • Muore al volante e si schianta contro la farmacia

  • Travolto sulle strisce pedonali: muore anziano

Torna su
VicenzaToday è in caricamento