rotate-mobile
Cronaca Montecchio Maggiore

Montecchio Maggiore, capriolo investito, inutili i soccorsi

Attimi di paura e traffico in tilt dopo che un anziana signora non è riuscita ad evitare l'impatto con l'animale finito sulla strada. In tutta la zona sono oltre 300 gli incidenti che coinvolgono caprioli

Momenti di paura martedì mattina sulla Strada Provinciale 93, che collega Montecchio Maggiore ad Arzignano, al km. 1,7, in territorio castellano. Un capriolo invadeva la carreggiata proprio mentre transitava l'autovettura guidata da una anziana donna. Violento l'impatto, con l'animale che veniva sbalzato sull'altro lato della strada finendo contro la fiancata e poi sotto le ruote di un autoarticolato guidato da un trasportatore fiorentino.

Il camionista ha quindi avvertito carabinieri e polizia Locale. che, a loro volta, provvedevano poi a contattare il distaccamento di Montecchio Maggiore della polizia provinciale e a regolare il transito veicolare sulla provinciale. Giunti sul posto, gli agenti Fabio Pegoraro e Giovanni Soffia, coordinati dall'ispettore Francesco Nassi, effettuavano tutti i rilievi del caso ai fini assicurativi recuperando, al termine, la carcassa dell'animale ed identificando la signora coinvolta nel sinistro.

“La donna, di 73 anni, era sotto choc. Dopo l'impatto si è fermata vicino a casa di sua sorella, da cui ha chiamato, sconvolta, il 118. Intanto era stata recuperata sull'asfalto la targa della sua auto e questo ci ha permesso di identificarla. Quando siamo andati da lei per il verbale, piangeva ancora. Il fatto è che questi incidenti non sono infrequenti, specie nell'Ovest Vicentino”.

I verbali interni raccontano di almeno 300 interventi l'anno da parte della Polizia Provinciale, protagonisti questi ungulati. “Tutto ciò – sottolinea il comandante di Vicenza Claudio Meggiolaro – si lega al numero enorme di esemplari presenti. Sono circa 4.000 i caprioli presenti nel Vicentino e distribuiti tra pianura, collina e montagne. Per questo raccomandiamo sempre attenzione e prudenza alla guida”. Già, ma che succederà dopo la Legge di Stabilità? Chi interverrà in strada? Domande che lasciamo in sospeso, visto che il destino di questo Corpo di Polizia resta un mistero imperscrutabile, con i proclami smentiti da controproclami. “Ma noi continuiamo a fare il nostro dovere con professionalità e senso di responsabilità”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montecchio Maggiore, capriolo investito, inutili i soccorsi

VicenzaToday è in caricamento