Mondiali di Ciclismo 2020, Vicenza addio: "Una sconfitta per la città, per questo sport e per la Lega"

Andrea Berengo, consigliere comunale, conferma quanto già ventilato nelle scorse ore: l'Uci ha optato per la Svizzera

A 4 anni esatti dalla nascita del progetto, il sogno di avere i Mondiali di Cliclismo 2020 a Vicenza tramonta definitivamente. A darne conferma, dopo il thriller (vero o presunto) delle ultime ore, è il consigliere comunale Andrea Berengo, eletto nella lista Ruccosindaco. L'Uci ha scelto la Svizzera, "dove ha trovato maggiore disponibilità economia, maggiore organizzazione e soprattutto più entusiasmo". 

"Non parlo ovviamente dei primi promotori del progetto, in primis Claudio Pasqualin, nè dell'ammistrazione precedente ed attuale: è evidente che questa è una sconfitta in primis della Lega".

Come è noto, il nodo della discordia e la ragione del fallimento, sono quei 2 milioni di euro che andavano versati all'Unione ciclistica internazionale: dal governo? dalla Regione? L'antica idiosincrasia tra il ministro degli Interni Salvini ed il governatore Zaia ha sicuramente giocato la sua parte nell'aborto dell'ambizioso progetto sportivo che avrebbe portato Vicenza sotto gli occhi del mondo. 

"E' stata persa un'occasione importantissima non solo per la città, ma anche per un movimento sportivo che ha nel Nord est il suo cuore pulsante. Si pensino alle presenze record durante i Giri d'Italia... Un peccato, un vero peccato"

conclude Berengo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Guida Michelin 2021: gli otto ristoranti stellati nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento