menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi sequestro di droga: in manette tre serbi, tolti dal mercato 88 kg di marijuana

Tutto è partito da un controllo dei carabinieri su un veicolo nel quale sono state rinvenute due grosse borse da viaggio nere nelle quali è stato rinvenuto lo stupefacente

L’operazione, condotta dai carabinieri di Verona, ha avuto inizio con un normale servizio volto alla repressione dei reati contro gli stupefacenti nelle vicinanze dei caselli autostradali scaligeri. In un’area di sosta è stata notata una macchina di grossa cilindrata parcheggiata tra i camion con i due occupanti che, dopo aver parlato con un autotrasportatore, sono ripartiti frettolosamente.

Il loro atteggiamento ha insospettito i militari che hanno deciso di seguirli finché non si sono fermati nuovamente nella zona industriale di Lonigo, dove i due sono stati visti caricare nel baule della macchina due grosse borse da viaggio nere, per poi ripartire subite. È così scattato il controllo alla macchina, dove sono stati rinvenuti oltre 12 kili di marijuana, contenuta in altrettanti sacchi sottovuoto e termosaldati. Immediatamente i carabinieri hanno capito che il venditore fosse ancora nei paraggi, individuandolo in un camionista che, cercando di far trasparire tranquillità, si stava allontanando con il proprio mezzo.

La perquisizione del camion ha rivelato una ingentissima quantità di droga, ben 76 kili di infiorescenza di marijuana, dello stesso tipo e confezionata allo stesso modo di quella trovata poco prima nell’auto. Al camionista sono stati sequestrati anche 3700 euro in contanti. 

Per i due passeggeri della macchina e per l’autista del mezzo pesante, tutti di origine serba, quarantenni e senza precedenti per droga, si sono aperte le porte del carcere di Vicenza, dove si trovano ristretti in attesa dell’interrogatorio di garanzia dove, forse, spiegheranno come mai avevano tutto quello stupefacente con loro. 

Inizierà invece un’approfondita analisi per capire da dove provenisse lo stupefacente, sicuramente destinato anche allo spaccio al minuto nella provincia scaligera.   

L’ingente sequestro di droga, effettuato nella giornata di sabato scorso dalla sezione operativa della compagnia di Verona, è sicuramente uno dei maggiori effettuati negli ultimi anni nell’intero Veneto e testimonia il costante impegno dell’Arma dei carabinieri nel combattere la piaga della droga attraverso il contrato, a tutti i livelli, dello spaccio di sostanze stupefacenti, a tutela della legalità, dell’incolumità e della salute pubblica. Solo nel 2020 la compagnia carabinieri di Verona ha sequestrato oltre 130 kg di stupefacenti, traendo in arresto oltre 70 persone e sottraendo alla criminalità oltre 600.mila euro di contanti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Spv, «il decollo mancato» di una ruspa e il sarcasmo del web

Attualità

Coronavirus, il Veneto resta zona arancione

social

Frittelle veneziane: scopri la storia e la ricetta originale

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Maltempo, Bacchiglione vicino al livello di guardia

  • Attualità

    Coronavirus, il Veneto resta zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento