rotate-mobile
Cronaca Valdagno

Giovane valdagnese muore ad Hammamet ucciso dall'elica di una barca

Matteo Farinon, 28 anni, si trovava in Tunisia da qualche mese per lavoro. Domenica era uscito in mare con due amici per pescare sul fondale. Non chiara la dinamica dell'incidente, forse è stato travolto da una barca che sopraggiungeva

Forse credeva di aver realizzato il suo sogno, Matteo Farinon (foto tratta da facebook). 28 anni, un bel lavoro nella ditta dello zio, Bruno Bertoldi, in Tunisia, ad Hammamet, lontano dal freddo umido della periferia valdagnese. Invece il destino lo aspettava nel limpido mare dell'estate mediterranea.


Matteo era uscito in gommone con alcuni amici per dedicarsi alla pesca subacquea. Una domenica di relax, come tante altre. Ma qualcosa è andato storto. Secondo quanto si è potuto apprendere, il giovane sarebbe stato investito mentre riemergeva dal fondale da una barca di passaggio. Ora, ad aspettare la salma di Matteo sono il padre Luigi, la mamma Maria e la sorella Sara. Il funerale sarà celebrato nella chiesa parrocchiale di Piana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane valdagnese muore ad Hammamet ucciso dall'elica di una barca

VicenzaToday è in caricamento