Cronaca

Marostica, sbatte la testa e muore dissanguata, Antonietta Zanon era sola in casa

Sono trascorse 20 ore prima che qualcuno scoprisse la disgrazia. A trovare il corpo senza vita della 77enne è stata una cognata che aveva provato a contattarla senza ricevere mai risposta

L'abitazione della vittima

Erano le 21 di venerdì quado il corpo senza vita di Antonietta Zanon è stato ritrovato. La donna, 77 anni, era all'interno della sua abitazione in via Adami a San Luca, frazione di Marostica. Quando i vigili de fuoco hanno sfondato la porta ella casa, l'hanno trovata a terra senza vita, in un lago di sangue. Secondo una prima ricostruzione, l'anziana è scivolata sbattendo la testa, sanguinate e incapace di alzarsi, ha cercato di chiedere aiuto trascianandosi a terra per qualche metro, prima di perdere i sensi. 

La pensionata viveva da sola da quando il marito era stato ricoverato in ospedale ad Asiago. Con lui si era trasferita 15 anni prima nella tranquilla San Luca, un pugno di case attaccate alla chiesa e una piccola comunità di famiglie che vive a stretto contatto.  A prendersi cura dell'anziana durante la convalescenza del consorte,però, era la cognata che risiede a Marostica. E' stata proprio quest'ultima a dare l'allarme. La donna non aveva più notizia di Antonietta da diverse ore, non ricevendo risposta nè al telefono nè al citofono ha chiesto l'intervento dei vigili del fuoco del Suem. per la 77enne, era ormai troppo tardi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marostica, sbatte la testa e muore dissanguata, Antonietta Zanon era sola in casa

VicenzaToday è in caricamento