rotate-mobile
Cronaca Asiago

Il mistero di Marisa Baù a Chi l'ha visto: i focolarini ammettono problemi

E' passato quasi un mese dalla scomparsa della suora laica di Asiago da Montet, in Svizzera. La polizia elvetica non ha trovato nessuna traccia mentre i confratelli svelano che non stava bene

Dal 20 dicembre si erano limitati a lanciare appelli affinchè fosse trovata. Ora, i Focolarini che ospitavano da qualche tempo Marisa Baù, ammettono che la donna aveva qualche problema: malesseri, emicranie, comportamenti scostanti. Ad oggi era stato ipotizzato che l'emicrania che aveva dichiarato prima di uscire per la passeggiata fosse causata dal lungo viaggio di ritorno dal Brasile, ma la rivelazione dei religiosi apre nuovi inquietanti scenari. Cosa si nasconde dietro il lungo malessere della suora laica asiaghese?


Cercherà di capici di più Chi l'ha visto, che questa sera manderà in onda il servizio realizzato la settimana scorsa, poi slittato per motivi di tempo. La famiglia nega qualsiasi ipotesi di allontanamento volontario, ipotesi invece sostenuta dalla polzia elvetica che non è riuscita a trovare alcun indizio sulla scomparsa di Marisa: non ci sono tracce di violenza nei boschi, nè la donna è stata segnalata nei dintorni, tantomeno ai valichi di frontiera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero di Marisa Baù a Chi l'ha visto: i focolarini ammettono problemi

VicenzaToday è in caricamento