Malo, niente prede, sparano ad una gatta

Ha suscitato indignazione l'impallinamento di una gatta nella campagna di Malo, la micia è riuscita a tornare a casa, ma è morta poco dopo

Borgo Redentore, a Malo, sparano ai gatti. Nel paese ha suscitato indignazione l'impallinamento di una gatta domestica in una zona di campagna. Nei giorni scorsi, una gatta di 2 anni è stata uccisa da un colpo di fucile, forse da caccia, sparato da poco distante. Succede ai confini tra Malo e Villaverla, zona abitata da molte famiglie che possiedono cani, gatti e piccoli animali domestici o da cortile, e dove spesso circolano anche i cacciatori. La povera gatta ammazzata era una femmina di propietà di una signore che, come racconta il Giornale di Vicenza, ha deciso di non sporgere denuncia. L'animale era tornato a casa zoppicando, ma prima che si . Secondo alcuni abitanti di Borgo Redentore non è la prima volta che animali domestici della zona rimangono feriti o muoiono a causa delle fucilate dei cacciatori. Come sempre, si tratterà di valutare se sono episodi accidentali o dolosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il grande freddo,13 gennaio 1985 iniziò la nevicata del secolo

  • Schianto tra auto e furgoncino all'ora di pranzo: conducente incastrato tra le lamiere

  • Grande fratello vip, doccia "bollente" per l'ex Madre natura ma lei pensa solo a Fede

  • Infarto al miocardio: come riconoscerlo

  • L'influenza è arrivata, tantissimi casi nel vicentino. Come prevenirla

  • Grande fratello vip, frasi sessiste contro Paola Di Benedetto: squalificato Salvo Veneziano

Torna su
VicenzaToday è in caricamento