Malo, niente prede, sparano ad una gatta

Ha suscitato indignazione l'impallinamento di una gatta nella campagna di Malo, la micia è riuscita a tornare a casa, ma è morta poco dopo

Borgo Redentore, a Malo, sparano ai gatti. Nel paese ha suscitato indignazione l'impallinamento di una gatta domestica in una zona di campagna. Nei giorni scorsi, una gatta di 2 anni è stata uccisa da un colpo di fucile, forse da caccia, sparato da poco distante. Succede ai confini tra Malo e Villaverla, zona abitata da molte famiglie che possiedono cani, gatti e piccoli animali domestici o da cortile, e dove spesso circolano anche i cacciatori. La povera gatta ammazzata era una femmina di propietà di una signore che, come racconta il Giornale di Vicenza, ha deciso di non sporgere denuncia. L'animale era tornato a casa zoppicando, ma prima che si . Secondo alcuni abitanti di Borgo Redentore non è la prima volta che animali domestici della zona rimangono feriti o muoiono a causa delle fucilate dei cacciatori. Come sempre, si tratterà di valutare se sono episodi accidentali o dolosi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento