menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I due preti rapiti

I due preti rapiti

Liberati preti vicentini rapiti in Camerun

Giampaolo Marta e Gianantonio Allegri, e la suora canadese Gilberte Bussier, rapiti ad aprile in Camerun, sono stati liberati. Lo ha constatato un giornalista della France Presse a Maroua

Sono liberi i due preti vicentini, Giampaolo Marta e Gianantonio Allegri, e la suora canadese Gilberte Bussier rapiti ad aprile in Camerun. Lo ha constatato un giornalista della France Presse a Maroua, in Cameroun, che li ha visti lasciare l’aeroporto a bordo di un aereo militare.
 
I tre ostaggi "sono stati liberati la notte scorsa intorno alle due. I nostri militari li hanno recuperati vicino ad un villaggio nei pressi di Amchidé", a pochi passi dalla frontiera con la Nigeria, ha detto alla France Presse una fonte della sicurezza del Camerun.

Aggiornamento ore 16.30: I due sacerdoti sono "in un relativo buono stato di salute" anche se appaiono "affaticati e dimagriti". Lo ha riferito il vescovo di Vicenza Beniamino Pizziol, che ha aggiunto di aver intenzione di recarsi a Roma per accogliere i due missionari al loro rientro in Italia. "I familiari - ha aggiunto - li attenderanno invece all'arrivo del loro aereo dalla capitale sui Venezia".

IL PREMIER "Don Giampaolo e Don "Gianantonio saranno a casa stanotte". Lo annuncia il primo ministro, Matteo Renzi, con un post pubblicato su Twitter. "Bentornati e un abbraccio alle loro comunità e ai loro amici", aggiunge il premier. Si tratta dei sacerdoti vicentini don Giampaolo Marta e don Gianantonio Allegri, rapiti in Camerun lo scorso aprile insieme alla religiosa canadese suor Gilberte Bussiére. La liberazione dei due preti italiani e della suora canadese è stata annunciata oggi.

IL MINISTRO "Grande gioia e grande soddisfazione per la riuscita di un'operazione condotta magistralmente, grazie anche alla continua collaborazione tra i nostri servizi di informazione e l'Unita' di Crisi della Farnesina". Cosi' il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, ha commentato la notizia della liberazione.

A VICENZA "Grande gioia" anche per la Chiesa di Vicenza "alla notizia giunta in città nella tarda mattinata - si legge in una nota della diocesi di Vicenza - quando il vescovo e i sacerdoti della diocesi stavano celebrando l'eucarestia con le loro comunità parrocchiali, innalzando ancora una volta con fiducia la preghiera per don Gianantonio Allegri, don Giampaolo Marta e suor Gilberte".

"Una gioia immensa, un senso di sollievo e liberazione ha subito invaso il cuore di tutti, a partire dal vescovo mons. Beniamino Pizziol e da don Arrigo Grendele, il direttore dell'Ufficio missionario diocesano - prosegue la Diocesi - Subito le campane hanno suonato a festa in città e in tutte le chiese della diocesi mano a mano che la notizia si diffondeva. Già si pensa ad una celebrazione di ringraziamento, dopo le innumerevoli veglie di preghiera vissute in questi mesi per chiedere la liberazione". "Le notizie sono ancora poche, ma pare che i sacerdoti rilasciati potranno presto essere di ritorno a casa, per riabbracciare i propri parenti, i confratelli e le comunità che con fede e affetto hanno incessantemente pregato per loro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Veneto resta zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento