Cronaca Montecchio Maggiore

La vendita di un tablet si trasforma in rapina, due arresti

L'intervento di carabinieri e polizia locale

Nella notte tra sabato 29 e domenica 30 giugno 2024, due individui stranieri, originari rispettivamente della Costa d’Avorio e della Guinea, avevano concordato un appuntamento in viale Trieste a Montecchio Maggiore con altri due extracomunitari Ghanesi a cui intendevano vendere un tablet. Ma all’atto del pagamento gli acquirenti hanno desistito dall’acquisto, forse non soddisfatti dell’oggetto loro proposto. Inaspettatamente violenta la reazione dei venditori che dopo essersi impossessati del portafogli di uno dei due Ghanesi, lasciato inavvertitamente incustodito sulla panchina luogo della contrattazione, ne sottraevano tutto il contenuto ammontante a 40 euro.

La replica delle vittime innescava una violenta colluttazione, alla quale i malfattori reagivano lanciando bottiglie di vetro e brandendo una lunga forbice a scopo intimidatorio, così tentando di allontanarsi facendo perdere le proprie tracce. Provvidenziale nel medesimo istante il transito di una pattuglia della tenenza dei carabinieri di Montecchio Maggiore e di un’auto di servizio della polizia locale dei Castelli. Vano ogni tentativo di resistenza alle Forze dell’Ordine: immobilizzati e resi inoffensivi, i due malfattori sono stati portati presso il comando compagnia carabinieri di Valdagno per i necessari accertamenti investigativi.

Terminate le formalità di rito, inevitabile è risultato l’arresto per rapina impropria aggravata e la successiva traduzione presso la casa circondariale di Vicenza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vendita di un tablet si trasforma in rapina, due arresti
VicenzaToday è in caricamento