Caso Bachri, aumentano i punti interrogativi: risposta laconica della Farnesina

Le informazioni sul 24enne trissinese detenuto in Libano rimangono al lumicino: alla Farnesina confermano il supporto del caso, ma dal passato emergono alcuni elementi inspiegabili

Frattanto dal passato emergono alcune particolarità allo stato difficilmente spiegabili. Per averne contezza bisogna tornare indietro con le lancette del tempo al 5 luglio del 2008 quando il giornalista Marcello Foa (esperto di questioni economiche ed internazionali) sul suo blog su Il Giornale pubblica un approfondimento dedicato alla crisi dei cosiddetti mutui subprime. Tra i commenti a quell’articolo ne compare uno lunghissimo a firma Karim Bachri (lo stesso nome del ragazzo detenuto in Libano). Uno identico compare sul sito de Il Sole 24 ore, a commento del blog di Vito Lops. 

Il testo comincia così:

«Sono un ragazzo di 14 anni con la passione per la matematica e per il calcolo mnemonico di grandi numeri. Per puro caso mi sono incuriosito della crisi causata dai mutui subprime, argomento sempre presente sulle pagine dei quotidiani, di internet e in televisione. Mi sono messo a tavolino e ho fatto un po' di calcoli». Poi il testo prosegue con una lunghissima elucubrazione di natura matematica nella cui coda viene sottoposto agli internauti un quesito che pare avere la forma di un problema sempre di matematica. Lo stesso testo poi, sempre più inspiegabilmente si conclude così: «Se avete meno di 17 anni inviatemi i vostri calcoli, cioè ricavate da internet i valori,transazioni giornaliere, di tutte le voci che ho elencato per trovare il valore globale delle transazioni giornaliere e chi più si avvicina alla soluzione sarà premiato e ospitato a casa mia per 7 giorni!».

Segue l’indirizzo della madre del ragazzo a Trissino nonché il numero di cellulare attualmente in uso alla donna. Chi sia il vero autore di quel commento e quali siano le vere ragioni di quel messaggio al momento è impossibile stabilirlo. Anche in questo caso la voce della madre avrebbe potuto contribuire a fare chiarezza giacché da quel poco sulla sua famiglia che si è raccolto a Trissino pare che il giovane Karim, terminati gli studi liceali, si sia fatto vedere in paese sempre meno.

Il che potrebbe far sorgere il dubbio che una sua lunga assenza, almeno sulle prime, potrebbe essere stata considerata in qualche modo normale dai familiari e da eventuali amici, almeno fra quelli residenti nel piccolo centro della valle dell’Agno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento