Joe Formaggio indagato per istigazione a delinquere

Il sindaco di Albettone è finito nel mirino della magistratura per i cartelli anti-ladro alle porte del Comune. La difesa: "Ancora nessuna comunicazione"; lui: "Lo Stato si preoccupa di più di un cartello che dei malviventi"

Joe Formaggio ed il famigerato cartello

"Si comunica a tutti, ladri, bastardi, delinquenti, persone indesiderate, che in questo Comune non esiteremo a spararvi se violate le nostre case e minacciate le nostre famiglie. Quindi, per la pace di tutti, non entrate nel nostro territorio oppure tirate dritto senza fermarvi. Grazie". 

Queste parole, stampate su un cartello alle porte della sua Albettone, potrebbero costare a Joe Formaggio 5 anni di carcere. Il Giornale di Vicenza riferisce che il procuratore Antonino Cappelleri e l’aggiunto Orietta Canova, dopo la rimozione del foglio da parte dei carabinieri, hanno avviato accertamenti sul suo conto: l'ipotesi di reato è "istigazione a delinquere". 

I legali del sindaco, Lino Roetta e Francesca Rigato, non hanno ancora ricevuto alcuna comunicazione ma ritengono che in quelle parole non ci sia nulla di penalmente rilevante. Amareggiato Formaggio: "Lo Stato preoccupa più un cartellone in mezzo alla strada che la condanna di malviventi che fanno razzia nelle nostre case"
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento