rotate-mobile
Cronaca Zugliano

Nella fabbrica chiusa con il "fumo", sorpresi dai carabinieri si giustificano: "Facciamo speleologia urbana"

Nei guai due ventenni, denunciati dai militari per spaccio, che hanno anche ricevuto il il foglio di via obbligatorio

Nel pomeriggio di sabato 22 gennaio alla centrale operativa del 112 di Thiene è arrivata una segnalazione: “…ci sono degli intrusi nello stabile in disuso della ex distilleria Zanin”. La pattuglia, arrivata sul posto, ha notato un’auto - senza nessuno a bordo - fuori dal fabbricato. Una volta entrati all’interno dello stabile con l’aiuto del proprietario, i carabinieri hanno sorpreso due giovani ventenni, uno di Piovene e l’altro di Santorso, che hanno giustificato la loro infiltrazione nell’ex distilleria, ben chiusa da cancellate e lucchetti, affermando che stavano praticando l’urban exploration (speleologia urbana n.d.r.), fenomeno che ha preso piede negli ultimi anni.

I carabinieri, non soddisfatti delle spiegazioni addotte dai due amici che nel frattempo avevano dimostrato un certo nervosismo durante il controllo, hanno perquisito e trovato addosso a ognuno di loro diversi involucri in cellophane al cui interno erano già confezionate dosi di hashish e marjuana pronta all’uso, dal peso complessivo di sessanta grammi. La coppia di ventenni è stata quindi denunciata in stato di libertà alla procura di Vicenza per il reato di detenzione di droga ai fini di spaccio. La droga è stata invece sequestrata e custodita in attesa di ulteriori disposizioni da parte dell’autorità giudiziaria.

Dopo la denuncia alla procura, i due sono anche stati segnalati all’ufficio misure prevenzione della questura di Vicenza, che ha emesso a loro carico il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Zugliano e l’avviso orale, provvedimento con il quale il questore competente per la residenza degli interessati, diffida i soggetti, ritenuti socialmente pericolosi, invitandoli a mantenere una condotta conforme alla legge.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella fabbrica chiusa con il "fumo", sorpresi dai carabinieri si giustificano: "Facciamo speleologia urbana"

VicenzaToday è in caricamento