rotate-mobile
Cronaca

Dai campi ai computer: internet veloce per lo sviluppo dell'agricoltura

Per facilitare il collegamento degli agricoltori con i mercati, i fornitori, la ricerca e le istituzioni la Regione sta provvedendo alla diffusione della banda larga anche nelle aree rurali: in tutto il Veneto 120mila cittadini da raggiungere

L'agricoltura non è data solo da allevamenti e campi coltivati. Ma anche dalla collaborazione e dal lavoro con fornitori e istituzioni, dallo sviluppo e la conoscenza dei mercati e della ricerca.

PIU' INTERNET ANCHE NELLE ZONE RURALI. Per questo motivo la regione Veneto su iniziativa del vicepresidente Marino Zorzato di concerto con l'assessore all'agricoltura del Veneto Franco Manzato, ha adottato un provvedimento che finanzia l'avvio di ulteriori iniziative per proseguire nella cooperazione istituzionale e nell'abbattimento del digital divide, ovvero delle carenze di capacità della rete, sul territorio regionale. In altre parole internet per tutti nelle aree rurali.

IL PROGETTO. Un progetto che a Vicenza ha già portato alla costruzione di quattro strutture necessarie, con altre due ancora in cantiere. Ma i lavori sono in tutto il Veneto: dieci si trovano in provincia di Belluno, sei in quella di Rovigo, due a Verona. Sono diciassette invece i cantieri attualmente in corso d'opera oltre a quelli berici: due in provincia di Belluno, cinque in quella di Rovigo, sette a Verona e uno a Padova. Nel frattempo è già stato programmato l'avvio dei lavori, che inizieranno nelle prossime settimane, in altri due comuni, di cui uno nell'area di Rovigo e uno in quella di Verona. Il progetto per la diffusione della banda larga nelle aree rurali del Veneto comprende un investimento complessivo previsto di oltre 22 milioni di euro, con 46 mila linee da abilitare e 120 mila cittadini da raggiungere.


AL PASSO CON I TEMPI. "L'agricoltura si fa nei campi e nelle stalle - afferma l'assessore all'agricoltura del Veneto Franco Manzato - ma l'impresa si costruisce anche e sempre più al computer e nel collegamento con i mercati, i fornitori, la ricerca, le istituzioni e così via. I nostri agricoltori sono pronti e affrontano a testa alta questo adeguamento, che però richiede una rete veloce, per la quale il Veneto prosegue le attività per portare la banda larga nelle aree rurali, grazie al contributo finanziario del Fondo europeo FEASR e del Programma di Sviluppo Rurale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai campi ai computer: internet veloce per lo sviluppo dell'agricoltura

VicenzaToday è in caricamento