Colosso vicentino a processo per gli insetti nei piatti dei bimbi

L'azienda si è opposta a un decreto di condanna a favore di una scuola di Preganziol. Stamattina al via il processo: rinvio a primavera

Insetti nell'insalata servita alla mensa della scuola primaria dell'istituto comprensivo "Giovanni XXIII" di Preganziol. Per questo il direttore di una azienda di ristorazione vicentina, che preparava e serviva i pasti per i bambini, aveva ricevuto un decreto penale di condanna con una ammenda di 1.500 euro in sostituzione della pena detentiva.

L'uomo, 50enne residente nel capoluogo berico, ha però deciso di fare opposizione e ieri mattina, giovedì, è iniziato il processo a suo carico davanti al giudice monocratico del Tribunale di Treviso. Secondo le indagini, che erano state condotte nel 2016 dai carabinieri del Nucleo Anti Sofisticazione, le verdure servite nella mensa scolastica non sarebbero state né lavate né igienizzate e neppure conservate in maniera corretta. Tanto che in molti casi nei piatti i piccoli si sarebbero ritrovati insetti tra le foglie di insalata. A denunciare i fatti alle autorità erano stati i genitori e la scuola.

Per la difesa invece le condizioni di conservazione e trattamento del cibo sono sempre state quelle corrette e la presenza di insetti nella verdura può essere occasionalmente ritenuta normale. Il procedimento iniziato stamattina è stato rinviato alla prossima primavera.

Da Trevisotoday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Guida Michelin 2021: gli otto ristoranti stellati nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento