rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Corso Antonio Fogazzaro

Furto all'Eternity lounge bar, il titolare avrebbe inscenato tutto: indagato

Da mesi non pagava l'affitto dell'immobile di corso Fogazzaro, a Vicenza, e per ripianare i debiti con il proprietario avrebbe simulato il furto. Denunciati anche due complici

È accusato di appropriazione indebita aggravata e simulazione di reato il titolare 23enne del locale "Eternity lounge bar" di corso Fogazzaro a Vicenza. Franco Torsello era balzato agli onori della cronaca dopo la sua decisione di mettere in vendita il locale bersagliato dai furti, ben tre in poco più di un mese, accusando l'amministrazione comunale di essere rimasta inerme di fronte alla trasformazione in Bronx del cuore cittadino.

Secondo gli investigatori della Mobile di Vicenza sarebbe stato proprio lo stesso Torsello ad inscenare l'ultimo colpo, nella notte tra il primo e due luglio, con l'obiettivo di rivendere l'attrezzatura e ripianare i debiti. A compromettere la posizione di Torsello Torsello sarebbe stata quella precisazione ai poliziotti sul valore della refurtiva, 20mila euro, al momento della segnalazione del furto ancora prima di arrivare nel locale.

Secondo la ricostruzione degli agenti il giovane titolare si sarebbe fatto aiutare da M. P., 26 anni, e A. K., 39, albanese, entrambi residenti a Cresole di Caldogno, per caricare l’attrezzatura del locale su un furgone e portarla nel garage dell'abitazione di Plaitano.

Non è ancora chiaro se i due complici fossero a conoscenza del piano architettto da Torsello. Per il titolare dell'Eternity lounge bar era forse questo l'unico modo per saldare il debito con il titolare dell'immobile di corso Fogazzaro dal momento che non pagava da mesi l'affitto. K. e P. sono indagati per appropriazione indebita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto all'Eternity lounge bar, il titolare avrebbe inscenato tutto: indagato

VicenzaToday è in caricamento