rotate-mobile
Incidenti stradali Grumolo delle Abbadesse

Grumolo: esce di strada ubriaco ma si inventa un furto, denunciato

L'uomo tornava a casa con l'auto della madre dopo una notte al bar. Anziché ammettere l'incidente ha denunciato un furto inesistente. Ma è stato denunciato dai carabinieri per simulazione di reato

Sarà stata la paura di un'ennesima condanna per guida in stato di ebbrezza, oppure della reazione irata della madre alla notizia della propria auto sfasciata. Un operaio trentenne residente a Grumolo delle Abbadesse ha preferito inventarsi una storia, un furto mai accaduto, piuttosto che ammettere di essersi schiantato in un fosso con la Twingo della madre, dopo una serata con qualche bicchiere di troppo.

A scoprire la finzione sono stati i carabinieri di Camisano Vicentino, che hanno denunciato il giovane per simulazione di reato. Tutto ha avuto inizio una delle scorse notti, quando l'uomo è uscito da un locale intorno alle 2.30 di mattina, con qualche dose di alcol di troppo in corpo. Salito a bordo della Renault della madre, sulla via di casa è uscito di strada. Nessuna ferita per lui, ma molti danni per l'auto. Tanto da spingere il trentenne a tornare a piedi a casa e, il giorno dopo, a denunciare il furto della vettura.


Il racconto però non ha convinto i militari. L'operaio aveva infatti precedenti per guida in stato di ebbrezza. E soprattutto, l'automobile non presentava segni di scasso, e il quadro di accensione era perfettamente funzionante. Difficile, quindi, credere alla favola dei ladri imbranati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grumolo: esce di strada ubriaco ma si inventa un furto, denunciato

VicenzaToday è in caricamento