In comunità per violenze in famiglia: va in overdose di  metadone e torna in carcere 

L'uomo, un palermitano 33enne era ai domiciliari in una struttura di recupero. Dopo aver sottratto il medicinale, poi assunto in dosi massicce, è finito in ospedale prima di venire arrestato dai carabinieri

Foto di archivio

Si trovava agli arresti domiciliari per matrattamenti nei confronti dei familiari Luigi Zerno, un palermitano 33enne che nella mattinata di mercoledì è stato arrestato da carabinieri.

L'uomo, nelle settimane scorse, ha assunto una dose massiccia di metadone sottratto dall'armadietto farmaceutico della comunità di recupero "Airone" di Agugliaro nella quale stava scontando la sua pena. 

Dopo essere finito in ospedale per overdose il siciliano è stato arrestato dai carabinieri su disposizione dell'autorità giudiziaria e accompagnato dai militari dell'Arma nel carcere di San Pio X. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Guida Michelin 2021: gli otto ristoranti stellati nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento