In comunità per violenze in famiglia: va in overdose di  metadone e torna in carcere 

L'uomo, un palermitano 33enne era ai domiciliari in una struttura di recupero. Dopo aver sottratto il medicinale, poi assunto in dosi massicce, è finito in ospedale prima di venire arrestato dai carabinieri

Foto di archivio

Si trovava agli arresti domiciliari per matrattamenti nei confronti dei familiari Luigi Zerno, un palermitano 33enne che nella mattinata di mercoledì è stato arrestato da carabinieri.

L'uomo, nelle settimane scorse, ha assunto una dose massiccia di metadone sottratto dall'armadietto farmaceutico della comunità di recupero "Airone" di Agugliaro nella quale stava scontando la sua pena. 

Dopo essere finito in ospedale per overdose il siciliano è stato arrestato dai carabinieri su disposizione dell'autorità giudiziaria e accompagnato dai militari dell'Arma nel carcere di San Pio X. 


 

Potrebbe interessarti

  • Scutigera: quante ne avete in casa? Sono da non uccidere!

  • Cerchi di rimanere incinta? Il primo passo è l'alimentazione

  • La sabbia è difficile da eliminare: ecco tutti i trucchi per liberarsene

  • Sembra banale ma lavarsi le mani è fondamentale: ecco come farlo

I più letti della settimana

  • Scutigera: quante ne avete in casa? Sono da non uccidere!

  • Aereo si schianta sugli alberi:due feriti gravi

  • Giovane tenta il suicidio dandosi fuoco nell'auto: il gesto estremo di una 26enne

  • Schianto auto-moto: muore 43enne, grave la fidanzata

  • Furia violenta alla vista della ex: auto contro l'entrata del pub

  • Cade da un albero e batte la testa: 44enne in rianimazione

Torna su
VicenzaToday è in caricamento