In comunità per violenze in famiglia: va in overdose di  metadone e torna in carcere 

L'uomo, un palermitano 33enne era ai domiciliari in una struttura di recupero. Dopo aver sottratto il medicinale, poi assunto in dosi massicce, è finito in ospedale prima di venire arrestato dai carabinieri

Foto di archivio

Si trovava agli arresti domiciliari per matrattamenti nei confronti dei familiari Luigi Zerno, un palermitano 33enne che nella mattinata di mercoledì è stato arrestato da carabinieri.

L'uomo, nelle settimane scorse, ha assunto una dose massiccia di metadone sottratto dall'armadietto farmaceutico della comunità di recupero "Airone" di Agugliaro nella quale stava scontando la sua pena. 

Dopo essere finito in ospedale per overdose il siciliano è stato arrestato dai carabinieri su disposizione dell'autorità giudiziaria e accompagnato dai militari dell'Arma nel carcere di San Pio X. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento