Parco Città, immobile abbandonato: dopo l'ordinanza al via lo sgombero e i sigilli

Rucco: "Un'altra area degradata da oltre un decennio viene riqualificata in vista del completamento annunciato dai proprietari"

L'immobile abbandonato

Era ormai da oltre dieci anni che l'immobile di via Quadri, realizzato all'interno del progetto urbanistico denominato "Parco Città", versava in stato di abbandono e nel più completo degrado.

Uno stabile a destinazione direzionale la cui costruzione si bloccò a causa di un fallimento ma che ora si appresta ad essere completato grazie ad una società che lo ha acquistato con l'intenzione di portare a termine il progetto.

Ed è ai nuovi proprietari e al curatore fallimentare che il sindaco ha inviato un'ordinanza di pulizia e sgombero dopo un'azione di dialogo e di confronto in modo da concretizzare il prima possibile l'intervento.

I lavori sono scattati questa mattina e proseguiranno nei prossimi giorni con una ditta incaricata dai nuovi proprietari che ha provveduto allo sfalcio dell'erba, al taglio delle piante prospicienti la carreggiata e la pulizia di rifiuti ed immondizia, sia all'interno che all'esterno. Domani si provvederà alla pannellatura e alla sigillatura di tutte le entrate in modo da evitare il bivacco da parte di alcuni sbandati. Tre persone sorprese all'interno, infatti, sono state fatte allontanare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Da moltissimi anni – spiega il sindaco – c'era bisogno di un intervento importante per risolvere una situazione pericolosa anche per la presenza di grandi alberi sporgenti sulla carreggiata, senza parlare poi di cumuli di rifiuti ed immondizia. Il luogo, purtroppo, era diventato anche bivacco di sbandati che occupavano il sito in maniera assolutamente impropria e pericolosa. Stiamo continuando nella lotta al degrado e all'incuria sia in aree pubbliche che private emettendo ordinanze che obbligano i proprietari ad intervenire, pena un intervento sostitutivo da parte nostra con addebito dei costi e una sanzione pecuniaria. È per questo che è sempre preferibile il dialogo tra pubblico e privato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fuga dopo la rapina, l'auto si schianta: muore una donna

  • Uomini e donne, un vicentino alla corte di Gemma: tra baci "umidi" e "massaggi"

  • Stanno cambiando le frequenze televisive: scopri se la tua TV è da rottamare

  • L'appartamento brucia e si lanciano dal 2° piano: mamma e figlio in ospedale, gravissimo il padre

  • Schianto nella notte, l'auto si cappotta più volte: muore un 21enne

  • Alto Vicentino nella morsa del maltempo: grandine e raffiche di vento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento