rotate-mobile
Cronaca Pozzoleone

Il presepe di Scaldaferro, tra i più invidiati e visitati d'Italia

Si avvicina il Natale e, con esso, l'apertura delle porte del Santuario per la tradizionale visita del plastico di 200 metri quadrati che riproduce la vita di Gesù

Tanto è piccolo Pozzoleone, il comune che lo ospita, tanto è richiesto dai fedeli di tutta Italia. È il presepe di Scaldaferro inserito nell'omonimo Santuario. Si tratta di un plastico di 200 metri quadrati, che riproduce fedelmente il paesaggio palestinese, affiancato da 100 metri quadrati di platea per i visitatori. Una tradizione che va avanti da oltre 40 anni.

La mente di questa struttura è don Giulio Dall'Olmo, parroco di Scaldaferro negli anni '70, quando fu realizzato. Il presepio riproduce fedelmente i luoghi dove ha vissuto Gesù: la Terra Santa, il deserto, il Giordano. Una voce guida accompagna i visitatori alla scoperta degli scorci

Di anno in anno, grazie al gruppo dei “Presepisti”, è stato migliorato e rinnovato. Nel 1983 è stato sede del XIV Congresso Nazionale "Amici del Presepio" occasione in cui fu premiato con Medaglia d'Oro come migliore Presepio Biblico del mondo.

Il presepio si può visitare da Natale all'8 gennaio, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18; poi fino al 2 febbraio tutti i sabati e le domeniche con lo stesso orario. Per visite particolari si può telefonare in parrocchia, allo 0444/462251.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presepe di Scaldaferro, tra i più invidiati e visitati d'Italia

VicenzaToday è in caricamento