rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Fiamme Gialle, confiscati beni per 290 mila euro a colpevoli di corruzione e riciclaggio

Ordinanza eseguita nei confronti di un ex Direttore Tributario, già in servizio presso la Direzione Regionale Entrate, e di un consulente fiscale di Arzignano

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Vicenza hanno eseguito un’ordinanza di confisca disposta dal Giudice dell’Esecuzione presso il Tribunale di Vicenza nei confronti, rispettivamente, di un ex Direttore Tributario (A.F. di 52 anni), già in servizio presso la Direzione Regionale Entrate per il Veneto di Venezia, e di un consulente fiscale di Arzignano, fino alla somma complessiva di 290 mila euro.

Entrambi i soggetti, destinatari del provvedimento cautelare, risultavano coinvolti nell’ambito dell’operazione denominata RESET condotta dalla Fiamme Gialle beriche tra gli anni 2009/2010, e condannati in via definitiva: il primo a anni 1 e mesi 10 di reclusione, per il reato di corruzione relativo ad una maxi tangente da 300.000 euro corrisposta da una primaria azienda vicentina operante nel settore della concia, ed il secondo ad anni 2 e mesi 10 di reclusione, relativamente a fatti di riciclaggio a favore dei propri clienti di studio, concretizzatesi con il trasferimento in Lussemburgo dei proventi dei reati tributari, e per essere stato il collettore di tangenti corrisposte da alcuni imprenditori conciari, che lo stesso consegnava poi ad appartenenti all’Amministrazione Finanziaria.

All’ex pubblico ufficiale (licenziato dall’Amministrazione Finanziaria già nel 2010) sono stati confiscati beni per un importo complessivo pari ad euro 107.500, costituiti da denaro già in sequestro su conti correnti bancari per circa 60 mila euro, mentre per la rimanente parte sarà attinta ora, per effetto del giudicato, dal rateo della pensione.

Al professionista, invece, nei cui confronti è stata disposta la misura patrimoniale sui suoi beni per euro 182.500, si è provveduto a confiscare le disponibilità già all’epoca sequestrate per circa 129.000 euro nonché, in attuale esecuzione sentenza, ulteriori circa 52.000 euro per l’intero importo della condanna, detenuti sui conti correnti allo stesso riferibili.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme Gialle, confiscati beni per 290 mila euro a colpevoli di corruzione e riciclaggio

VicenzaToday è in caricamento