Grisignano, guerriglia al Prix: cariche della polizia sui lavoratori e un ferito

E' precipitata la situazione al magazzino Prix di Grisignano, dove, anche venerdì mattina c'è stata la protesta dei lavortaori delle cooperative licenziati. Ci sono state cariche della polizia e c'è un ferito

Foto Adl Cobas

E' precipitata la situazione al magazzino Prix di Grisignano. Dopo i blocchi di giovedì, venerdì - riferisce Global Project - alle prime ore dell’alba centinaia di persone hanno raggiunto l’ingresso principale del magazzino, per portare solidarietà ai lavoratori licenziati.

AGGIORNAMENTI

Ore 16.00 Si è conclusa la giornata di scontri in via del Lavoro, a Grisignano. Dopo diversi scontri con le forse dell'ordine, i blocchi sono stati dispersi, "con cariche e lanci di lacrimogeni" riferisce Adl Cobas. "La risposta dello Stato nei confronti delle persone licenziate da Prix è stata quella della repressione rendendo evidente il patto stretto tra grandi committenti, la politica e i sindacati confederali CGIL-CISL-UIL sulla pelle di decine di famiglie - è la conclusione di Olol Jackson - Quello che è successo al Prix di Grisignano del Zocco è un pericoloso precedente, il timore è di veder ripetersi lo stesso gioco consentito dal Jobs Act anche in altri magazzini del comparto della logistica. La lotta dei lavoratori comunque continuerà e va avanti con determinazione a rivendicare diritti e dignità".

PRIX: LAVORATORI LICENZIATI

Come la mattinata precedente, "è giunta anche la celere e dopo alcune ore di tensione, intorno alle 11,30 le forze dell’ordine hanno effettuato violentissime cariche della celere ai lavoratori ed agli presenti. Gli ingressi sono stati bloccati e numerosi lacrimogeni sono stati lanciati dall'interno del piazzale del Prix - rifersice Global Project - Durante le cariche ci sono stati alcuni feriti. Ad un lavoratori, tra quelli che hanno subito il licenziamento, è stata rotta una mano da una manganellata. Il blocco di operai ed attivisti ha dato fuoco alle barricate per respingere le cariche della polizia. Lavoratori e solidali hanno resistito alla violenza della celere e si sono diretti sul cavalcavia della tangenziale, a poche centinaia di metri dal Prix, per continuare a bloccare gli accessi al magazzino. Operai ed attivisti stanno continuando questa grande giornata di resistenza e si sono nuovamente portati all'entrata dei magazzini Prix. La celere è schierata in assetto antisommossa e blocca qualsiasi accesso ai cancelli". 

IL VIDEO DELLE CARICHE 
VIDEO: LA CARICA PER FAR PARTIRE I CAMION



 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Perchè le zanzare pungono proprio te e i rimedi naturali per difendersi

  • Scopri i posti più belli: 4 passi fuori Vicenza

  • Al laghetto di Marola la nuova spiaggia di Vicenza

  • Paura in città: inseguimento e colpi di arma da fuoco

  • Stop del Tosano, il punto vendita non si farà: dietrofront dopo l'emergenza Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento